/ Attualità

Attualità | 23 aprile 2018, 14:16

Figli di coppie gay registrate all'anagrafe, Foglietta: "Torino si dimostra all'altezza sua storia"

L'annuncio della consigliera comunale su Facebook: "Niccolò ora è ufficialmente registrato ed è figlio mio e di Micaela anche per lo Stato italiano"

Figli di coppie gay registrate all'anagrafe, Foglietta: "Torino si dimostra all'altezza sua storia"

"Oggi non si è solo scritto un atto. Un nome su un foglio. Si è scritta una pagina importante della nostra Storia. Niccolò ora è ufficialmente registrato ed è figlio mio e di Micaela anche per lo Stato italiano". Così la consigliera comunale del Pd Chiara Foglietta, su Facebook, commenta la trascrizione avvenuta questa mattina all'ufficio dello stato civile dell'anagrafe di suo figlio, insieme ad altri due di altrettante coppie omogenitoriali.

"Abbiamo aperto una strada importante", prosegue la Foglietta, "per tutte le coppie che si trovano nella nostra stessa situazione, abbiamo dato coraggio a quelle donne che non hanno più intenzione di dichiarare il falso".

La vicecapogruppo dem ha poi voluto ringraziare Alessandro Battaglia del Coordinamento Pride e la sindaca Chiara Appendino "che ha avuto coraggio e ci ha messo la faccia, con la sua giunta".

"Torino, non senza fatica, si dimostra ancora una volta all’altezza della sua storia. Che sia di esempio a tante altre città e altri Sindaci in Italia", conclude la Foglietta.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium