/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | 23 aprile 2018, 11:19

Gli appuntamenti del mese di maggio al Circolo dei Lettori di Torino

TStefania Bertola, Vittorio Zucconi, Clara e Gigi Padovani, Cristina Bargero, Matteo Robiglio, Silvana Nitti, Gianfranco Marrone, Elena Stancanelli, Marco Rainò, Antonella Frontani e tanti altri

Gli appuntamenti del mese di maggio al Circolo dei Lettori di Torino

Sarà un maggio ricchissimo di appuntamenti e incontri al Circolo dei Lettori di Torino.

Non avere segreti per gli altri, questo significa il modo dire “essere come un libro aperto”, e così siamo quando navighiamo in rete. La conferma arriva dal recente scandalo di Cambridge Analytica che ha coinvolto il ragazzo prodigio del social più utilizzato di tutti, quello in blu, Mark Zuckerberg e il suo Facebook. Infatti i nostri dati sensibili, redditizia merce di scambio, sono diventati strumenti perfetti per influenzare le scelte quotidiane, anche politiche. Sorgono quindi nuovi problemi di natura etica e giuridica, che al Circolo dei lettori diventano oggetto di tre incontri a partire dal libro Algoritmi di libertà (Donzelli), saggio fresco di stampa del giornalista Michele Mezza, già autore di testi sull’era digitale. Al centro del discorso gli algoritmi, ormai sinonimo di controllo sociale, numeri magici per il senso comune, ritenuti capaci di aprire ogni porta della nostra vita. Chi detiene le loro chiavi, la neutralità e inviolabilità della rete, l’utilizzo strategico di queste formule, sono alcuni dei temi discussi negli incontri coordinati dall’autore. Ma non solo. L’esplorazione guidata da Michele Mezza riguarda anche, nell’ordine, privacy e il caso Cambridge Analytica, la democrazia in rete e pure l’amore. Si comincia lunedì 7 maggio, ore 21 con il filosofo Giulio Giorello, lunedì 21 è la volta di Antonello Soro, presidente dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali, conclude Enrica Amaturo, presidente dell’Associazione italiana di sociologia, lunedì 28, ore 21.

POLITICA E SOCIETÀ
Tanti sono i saggi e le lezioni al Circolo dei lettori, per affinare la lettura del presente. Si comincia giovedì 3 maggio, ore 18 insieme a Chiara Saraceno che, con la lezione Vecchi e nuovi poveri, prende in esame le cause e le ragioni che negli ultimi anni hanno portato all’indigenza fasce di popolazione abituate a una vita dignitosa (a cura di Scuola per la buona politica di Torino).
La straordinaria stagione 1967-1977, animata da sete di giustizia, carica vitale e voglia di futuro è raccontata da David Bidussa venerdì 4 maggio, ore 18, curatore del volume The time is now (Chiarelettere), raccolta dei discorsi e interventi di alcuni protagonisti di quegli anni, nel tentativo di recuperare le diverse anime del ’68.
Nel nuovo libro dal titolo provocatorio, Furio Colombo, già deputato e senatore, e Vittorio Pavoncello, hanno voluto riportare in luce la forza del negazionismo e l’oscillante debolezza delle istituzioni nei confronti di un fenomeno ancora attuale. L’incontro intorno a Hitler non è mai esisto. Un memorabile oblio (Celid) è sabato 5 maggio, ore 18, intervengono Elena Loewenthal e Alberto Sinigaglia.
Matteo Robiglio ci porta nelle città post-industriali degli Stati Uniti alla ricerca di soluzioni per quelle italiane. Si parte da Re-Usa. 20 american stories of adaptive reuse (Jovis) per il dialogo con l’autore, Azzurra Muzzonigro, Licia Mattioli, Ezio Micelli e Antonella Parigi sulla cultura come motore di cambiamento anche urbano, venerdì 18 maggio, ore 18.
Chiara Saraceno torna al Circolo per parlare del libro di Marzio Barbagli, Alla fine della vita. Morire in Italia (Il Mulino), martedì 29 maggio, ore 18, un testo che vuole decifrare la complessa mappa del fine vita mettendo a confronto i cambiamenti avvenuti nel nostro paese e quelli degli altri.
Mercoledì 23 maggio, ore 18.30 la penultima delle Parole del contemporaneo, ciclo curato da Doppiozero. Il temine preso in esame da Marco Revelli è Sfruttamento.

CULTURA DEL CIBO
Dall’8 al 16 giugno, Torino è Bocuse d’Or Europe OFF 2018, cartellone di appuntamenti pensati per festeggiare l’arrivo in città della più prestigiosa competizione di arti gastronomiche del mondo, il Bocuse d’Or. In attesa degli eventi, Il gusto della sfida, tre incontri condotti dai foodwriter Clara e Gigi Padovani intorno agli ingredienti tipicamente piemontesi utilizzati dagli chef in gara.
Sono vitello Fassone (lunedì 7, ore 18), il riso Sant’Andrea della Baraggia Vercellese (lunedì 21, ore 18) e il formaggio Castelmagno (lunedì 28, ore 18). Intervengono chef stellati e i maggiori esperti dei prodotti.
Mercoledì 23 maggio, ore 18 è invece Sinestesie sonoro-visive nei banchetti di corte del Seicento in Piemonte, l’incontro con Cristina Santarelli alla scoperta dell’evoluzione del concetto di tafelsmusik.
L’attesa è da vivere anche esplorando una delle parole più utilizzate parlando di cucina: Gianfranco Marrone, saggista e scrittore, investiga Stellati, giovedì 31 maggio, ore 18.30, nell’ambito di Parole del contemporaneo, per l’ultimo appuntamento del ciclo in collaborazione con Doppiozero.

MUSICA
Maggio comincia anche in musica. L’incontro speciale con il maestro violoncellista Enrico Dindo, mercoledì 2 maggio, ore 21, è l’occasione per conoscere meglio il suo percorso artistico e ascoltare alcuni brani da lui eseguiti. Musiche di Enrico Dindo e Monica Cattarossi. Partecipano Franco Pulcini e Stefano Vitale.
Mercoledì 9 maggio, ore 18, invece, al centro del dialogo Lo spartito del mondo (Laterza) di Giovanni Bietti, storia multiculturale degli ultimi cinquecento anni in musica, con Bruno Gambarotta.
Di parole e note, quelle di Fabrizio De Andrè, parlano Stefano Tettamanti e Patrizia Traverso in Genova è mia moglie (Rizzoli), inedito ritratto del cantautore raccontato da foto uniche che catturano la sua città e dialogano con i suoi versi, al Circolo mercoledì 9, ore 18. Con gli autori, Alessandro Perissinotto e Bruno Maria Ferraro.     
E ancora, Musica sull’acqua (Carocci), martedì 15 maggio, ore 18, in cui Alberto Rizzuti passa in rassegna i compositori che hanno dedicato all’acqua pagine memorabili, con Alessandro Perissinotto e don Ermis Segatti.
Infine, Luca Beatrice, mercoledì 23, ore 21, racconta il suo Canzoni d’amore (Mondadori), viaggio nella storia del nostro paese attraverso la musica, perché ciò che ascoltiamo è rivelatore dei tempi che stiamo attraversando. E infatti, cambiano società, equilibri economici, valori e convenzioni, e di pari passo, il modo in cui si vivono e si raccontano le storie d’amore.

RELIGIONE
Attraverso biografie e testi finora inediti, si va alla scoperta di grandi pensieri, aspettando l’appuntamento con Torino Spiritualità (26 – 30 settembre 2018). Silvana Nitti, docente di Storia del cristianesimo e della chiesa, ha dedicato la sua produzione scientifica alle opere dell’iniziatore della riforma protestante. Per scoprire Lutero (Salerno), biografia del teologo tedesco, l’incontro con l’autrice è lunedì 7 maggio, ore 18, intervengono Alessandro Barbero, Gian Mario Gillio e don Andrea Pacini.
Il giorno dopo, martedì 8, ore 18, è la volta di riscoprire un pensatore rivoluzionario, attraverso il racconto della vita di San Paolo (Feltrinelli) di Luca Bagetto, con Maurizio Pagano e don Ermis Segatti.
Giuliano Boccali, invece, porta La storia di Śiva e Pārvatī (Kumārasambhava), edita da Marsilio e per la prima volta tradotta in italiano, tra gli assoluti capolavori della letteratura indiana classica, martedì 15 maggio, ore 18 con Alberto Pelissero e Gianni Pellegrini.

ARTE
Una serata dedicata a Carlo Mollino, alle sue luci e ombre. Giovedì 17, ore 21, Elenca Stancanelli e Marco Rainò conducono un viaggio nella vita e nelle visioni dell’artista, architetto, pilota di aerei, fotografo, sciatore, pornografo e anche occultista dilettante. Di ognuna di queste sue occupazioni, Mollino ha scelto di mostrare qualcosa, non tutto, e raccontarlo, significa anche provare a rimettere insieme visibile e invisibile. In collaborazione con Camera – Centro Italiano per la Fotografia.

STORIA
Per prime, le vicende legate a una città simbolo di potere, che in realtà possiede un’anima ostinata. Valentina Parisi con Guida alla Mosca ribelle (Voland), al Circolo mercoledì 16 maggio, ore 18 con Cesare Martinetti, racconta le rivoluzioni di ieri e le proteste anti-governative di oggi nella vecchia capitale russa popolata da anarchici, dissidenti e artisti capaci di appropriarsi dei luoghi-simbolo del dispotismo e di mutarli radicalmente di segno.
Attraverso i suoi mirabili disegni, Vittorio Giardino, tra i più grandi fumettisti italiani, narra di Jonas Fink. Una vita sospesa (Rizzoli Lizard), onesto ebreo borghese arrestato con l’accusa di aver cospirato contro il regime comunista, che dal 1949 tiene sotto scacco la Cecoslovacchia. Con il suo tratto inconfondibile ha immortalato la sofferenza e il desiderio di riscatto di una generazione cresciuta all’ombra della dittatura. Al Circolo giovedì 24 maggio, ore 21.
Con Aldo Tollini si viaggia insieme a samurai, monaci e poeti nel Giappone Medievale con L’ideale della Via (Einaudi), lunedì 28, ore 18, indagine sulle principali fasi dello sviluppo dell'ideale della Via, della sua storia e manifestazioni. Con Matteo Cestari, per I lunedì della Peterson.
Di memorie personali racconta Vittorio Zucconi in Il lato fresco del cuscino (Feltrinelli), martedì 29, ore 18. È una ricerca archeologica nel passato che diventa il romanzo di una vita, con un poco di nostalgia.

PAROLE D’AMORE
Sono quelle di Antonella Frontani, che firma un altro romanzo suggestivo e intenso. È L’equilibrio delle illusioni (Garzanti), martedì 15 maggio, ore 18, storia che invita a guardarci dentro per non cadere preda di facili inganni e non soccombere ai colpi della vita. Con Gianni Dotta e le letture di Manuela Grippa. Mercoledì 16, ore 18 è la volta dell’attrice Chiara Francini con Mia madre non lo deve sapere (Rizzoli), vicenda di Chiara che torna ad abitare con Federico e i gatti ma non sa che di lì a poco un ciclone di emozioni sconvolgerà la sua esistenza. Invece Nathalie Peigney con Sophie la parigina (Rizzoli), venerdì 18 maggio, ore 18, offre il ritratto della donna francese per eccellenza, dinamica e sofisticata, offrendo consigli per chi ama Parigi, tra mercati, locali e ristoranti. Con Sabrina Comoretto e Francesca Lorenzoni.
L’esercizio del distacco (Bollati Boringhieri) di Mary Barbara Tolusso è una storia malinconica e poetica, romanzo visionario che mette in scena il desiderio di un amore eterno. L’autrice dialoga con Giusi Marchetta giovedì 24, ore 18.
Di amori che finiscono e di come far fronte ad abbandono e perdita, parla Gabriele Di Fronzo in Cosa faremo di questo amore (Einaudi), martedì 29 maggio, ore 21 con Marco Peano e Francesco Guglieri. Si tratta di un manuale per cuori infranti. Anche l’attrice e regista Francesca D’Aloja esplora i rapporti d’amore, di amicizia e di sangue in un romanzo costruito come una commedia dalle atmosfere inquiete. È Cuore, sopporta (Mondadori), mercoledì 30 maggio, ore 18.
Il bicchiere mezzo pieno (Piemme) è la raccolta di racconti curata da Stefania Bertola, in cui ventiquattro tra giornaliste, scrittrici, artiste, pubblicitarie, conduttrici TV rispondono con la propria scrittura all’esigenza di vedere la vita con atteggiamento positivo e costruttivo. L’incontro intorno al libro è mercoledì 30 maggio, ore 21

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium