/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 16 maggio 2018, 21:25

Borgo Medievale di Torino, entro la fine dell'estate i bandi per il bar-ristorante e la gestione museale

"Ha un valore importante per la Circoscrizione e per la Città", ha spiegato l'assessore alla Cultura Francesca Leon in un consiglio aperto sul futuro dello spazio nel Parco del Valentino

Borgo Medievale di Torino, entro la fine dell'estate i bandi per il bar-ristorante e la gestione museale

"Il Borgo Medievale ha un valore importante per la Circoscrizione e per Torino: abbiamo colto questa sfida per la gestione diretta che coinvolgerà anche la Regione." A dirlo è l'assessore alla cultura Francesca Leon che questa sera è intervenuta in un consiglio aperto alla Circoscrizione 8 sul futuro dello spazio nel Parco del Valentino.

"Il percorso che stiamo portando avanti", ha spiegato la Leon, "è iniziato il 1 aprile 2018. La situazione dello stato patrimoniale del Borgo è difficile e c'è la necessità di portare avanti interventi strutturali." "A settembre la Città emanerà un bando per la gestione museale e il servizio biglietteria, attualmente svolto dalla società cooperativa Theatrum Sabaudiae. "Dalle visite guidate e dai biglietti", ha spiegato la Leon, "il Comune incassa il 38%: le entrate sono vincolate al Borgo stesso per mettere da parte dei soldi per gli interventi di manutenzione. Quello che viene prodotto qui, viene reinvestito qui."

Nei prossimi giorni verrà inoltre pubblicato il bando per la gestione del bar-ristorante-caffetteria fino alla fine del 2019, che sarà possibile prorogare per altri 18 mesi.

A giugno la Città di Torino firmerà un Protocollo d’Intesa con la Regione Piemonte per la realizzazione di uno studio di fattibilità finalizzato all’individuazione di soluzioni per potenziare la capacità di attrazione culturale, museale e turistica del Borgo Medievale, contemplandone il recupero funzionale da un punto di vista manutentivo e impiantistico, anche nell’ambito del progetto di sviluppo dell’asse museale scientifico universitario nell’area di Corso Massimo D’Azeglio.

"Le notizie emerse", ha commentato la consigliera Paola Parmentola, "sono positive, così come il passaggio alla gestione comunale." "È evidente che ci riserviamo però di valutare il progetto culturale del rilancio del Borgo al di là della strada amministrativa che verrà scelta per portarlo avanti", ha concluso la Parmentola.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium