/ Economia e lavoro

Che tempo fa

Cerca nel web

Economia e lavoro | mercoledì 16 maggio 2018, 10:14

A Torino il congresso degli agenti di Commercio

In Piemonte sono attivi oltre 18.000 professionisti capaci di generare per le aziende mandanti un fatturato annuo di oltre 6 miliardi di euro

A Torino il congresso degli agenti di Commercio

 

Sono sempre di più le aziende che decidono di esportare utilizzando gli agenti di commercio. Si sta registrando una crescita costante della domanda di intermediari verso Paesi come la Germania, l’Austria, i Balcani, e la Francia, nei settori meccanico, alimentare e dell’edilizia. La possibilità di affidarsi ad una rete di professionisti con contatti già avviati e una buona conoscenza dei comparti produttivi di riferimento, invece che ai sistemi distributivi con tutti i rischi che comporta, si sta rivelando una strategia vincente per le aziende nostrane che vogliono affacciarsi su altre piazze internazionali e per le imprese straniere che approcciano il mercato italiano.

L’internazionalizzazione sarà uno dei temi di discussione principali del Congresso Annuale dello IUCAB, la Confederazione che rappresenta gli agenti di commercio di tutto il mondo, che il 17 e 18 maggio 2018 ospiterà più di 30 delegazioni rappresentative delle più importanti Associazioni di Categoria. L’assemblea dei delegati si svolgerà negli storici saloni di Palazzo Madama e parteciperanno all’evento le principali realtà istituzionali e imprenditoriali del territorio: tra gli altri la Città di Torino, la Camera di Commercio e gli imprenditori del gruppo Exclusive Brands Torino.

«Gli agenti di commercio sono un grande veicolo di sviluppo per le nostre imprese, possono diventare strumento determinante ad esempio nei progetti di internazionalizzazione», spiegaAntonello Marzolla, Segretario Nazionale dell’Usarci - principale Associazione di Categoria degli Agenti in Italia - e Consigliere d’Amministrazione dell’Enasarco. «L’Usarci ha sottoscritto un protocollo d’intesa con la Camera di Commercio di Torino proprio con la finalità di incentivare l’export dal nostro territorio. In tutto il mondo, laddove le aziende hanno coltivato il valore dell’intermediazione, sono cresciute non soltanto le realtà produttive ma anche l’economia ed il lavoro. Gli agenti possono diventare un vero volano di sviluppo per economie e territori. Le idee possono essere anche molto buone ma se non hanno le gambe di chi le vende, le presenta e le sa vestire con il miglior servizio hanno poca strada davanti».

Nell’ambito di un accordo con l’Incubatore I3P del Politecnico di Torino, l’Usarci sta infatti lavorando al fianco di alcune giovani aziende per sviluppare la migliore strategia commerciale per approcciare il mercato in modo efficace e proficuo e costruire la rete vendita indiretta composta da agenti di commercio formati e qualificati. Una collaborazione che ha dato i primi frutti è quella con The Winesider, la startup che ha l’obiettivo di rivoluzionare il mercato della distribuzione del vino supportando i ristoratori nella creazione di una carta vini d'eccellenza e, attraverso una piattaforma in Cloud, gestendo gli ordini della cantina e la logistica per i rifornimenti. Al momento Usarci ha inserito oltre una decina di agenti sviluppando commercialmente vaste aree - Emilia Romagna, Veneto, Lombardia e Piemonte - e sta contribuendo a creare una rete vendita all’estero, sull’area urbana londinese. «Questo permetterà alle giovani aziende di trasformate brillanti idee tecnologiche o produttive in prodotti pronti ad attaccare il mercato», aggiunge Marzolla.

 

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore