/ Viabilità e trasporti

Spazio Annunci della tua città

Bellissimi cuccioli di importanti linee di sangue, selezionati per carattere e tipicità. Pedigree, microchip e...

Selezioniamo 3 persone ambosesso per la vendita e la costruzione rete commerciale, part-time o full-time, con...

Sul lungomare , frazione Viserbella, nella stagione estiva, settimanale da sabato a sabato, da maggio a settembre, di...

Curavecchia composto da 3 unità ciascuna di 3000 mq. A corredo terreno circostante di 7000 mq. Situato direttamente...

Che tempo fa

Cerca nel web

Viabilità e trasporti | mercoledì 16 maggio 2018, 16:38

Gtt, La Mendola sui “bip”: “Se nessuno timbra sembra che il bus sia vuoto”

Il consigliere della Circoscrizione 7 prepara un’interpellanza su tre linee che attraversano Aurora e Porta Palazzo. Contestato, in particolare, il sistema dei “bip” per valutare l’utilizzo di una linea

L’affollamento delle linee Gtt negli orari di punta ha attirato l’attenzione di Pino La Mendola, consigliere alla Circoscrizione 7 per i Moderati, presidente della Commissione Aurora/Valdocco. Il problema, secondo La Mendola, riguarda principalmente le linee 4, 11 e 51. “Le persone sono trattate come bestie”, si è sfogato. Ma al di là del sovraffollamento, tipico, comunque, di diverse linee negli orari di punta, il consigliere punta il dito anche sul sistema delle “bippature”, che dovrebbe stabilire se e quanto una linea sia utilizzata.

“Si tratta di una presa in giro – ha spiegato – perché ci sono linee dove non timbra nessuno, in questo modo sembra che il pullman sia vuoto, in realtà è strapieno”. Così, infatti, si innescherebbe un circolo vizioso. Pochi bip significa, teoricamente, linea sotto-utilizzata, quindi se non sembrerebbe necessario incrementare i passaggi si potrebbe addirittura pensare di ridurli, anche se, in realtà, la linea è paradossalmente sovraffollata. Un problema sottolineato da La Mendola, che sta preparando un’interpellanza all’assessora Lapietra per chiedere maggiori controlli in questo senso.

“Credo – ha aggiunto il consigliere – che Gtt abbia ben presente quali siano gli orari di punta, in cui sarebbero necessari più passaggi e controlli. Se vogliono aumentare i costi dei biglietti, allora devono migliorare anche il servizio, non è possibile avere una ‘mandria’ di persone abbandonata a se stessa”. E La Mendola segnala anche l’alta presenza di passeggini aperti, che intralciano i passeggeri.

Paolo Morelli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore