/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 22 maggio 2018, 15:25

Punti verdi nei parchi. Al via le procedure di selezione

Per l'organizzazione delle manifestazioni

Punti verdi nei parchi. Al via le procedure di selezione

Con la decisione adottata oggi dalla Giunta comunale, entra nel vivo la fase preparatoria dell’organizzazione nei comprensori verdi delle manifestazioni estive.

Saranno specifiche aree dei parchi Colletta, Colonnetti, Di Vittorio, Ruffini, Pellerina, Stura e la tettoia dell’ex strippaggio di Parco Dora, a ospitare eventi culturali, ricreativi-sportivi e attività di intrattenimento.

La deliberazione approvata questa mattina – su proposta dell’assessora alla cultura Francesca Leon e del vicesindaco Guido Montanari – dà il via, nell’imminenza della stagione estiva, alle procedure di selezione di quanti intenderanno proporre all’Amministrazione comunale iniziative di natura aggregativa.

I Punti Verdi, è sottolineato in delibera, oltre a rappresentare occasioni di svago, assolvono significativi aspetti culturali e sociali, legati all’immagine di una Torino solidale e comunitaria.

Per questa ragione, accanto al cartellone di eventi, l’Amministrazione comunale potrà chiedere ai proponenti di riservare nell'agenda, appuntamenti di pubblico interesse realizzati direttamente dalla Città.

Tra i contenuti dell’avviso, che sarà perfezionato e reso pubblico nei prossimi giorni, oltre alla richiesta di una dettagliata descrizione delle proposte, saranno richiamati la forte attenzione al rispetto dell’ambiente e l’adozione di accorgimenti per diminuire il disturbo dei residenti nei dintorni dei parchi, attraverso il monitoraggio acustico continuativo e l’installazione di strutture e stand eco-sostenibili.

Le attività di somministrazione e ristoro accessorie alla proposta dei progetti, otterranno autorizzazioni temporanee, che saranno concesse in relazione alla programmazione degli appuntamenti.

E’ prevista l’esenzione totale della Cosap per la parte aggregativa e culturale.

La Giunta si riserva, in funzione dei progetti presentati, di valutare l’eventuale riduzione fino al 20% del canone Cosap per la parte più prettamente commerciale.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium