/ Politica

Politica | 25 maggio 2018, 18:33

Rottura tra sindacati e Appendino su GTT: proclamato per il 22 giugno uno "sciopero politico" di 24 ore

Una mobilitazione che - si legge - nasce "dall'atteggiamento insopportabile di Appendino e dall'assoluta indolenza politica verso i lavoratori di GTT"

Rottura tra sindacati e Appendino su GTT: proclamato per il 22 giugno uno "sciopero politico" di 24 ore

È di nuovo rottura su GTT tra i sindacati e la sindaca Chiara Appendino. Le Segreterie Regionali FILT CGIL FIT CISL e UILTRASPORTI hanno proclamato per il prossimo 22 giugno uno sciopero "politico" di 24 ore per tutto il personale del Gruppo Torinese Trasporti. Una mobilitazione che nasce dall'atteggiamento "insopportabile" di Appendino, dall' "assoluta indolenza politica verso i lavoratori di GTT, relativamente anche alla totale mancanza di dialogo e confronto tra le parti".

A preoccupare i sindacati in particolare i  "260 licenziamenti previsti per abbassare il costo del lavoro, dei quali si chiede il ritiro immediato", così come le  "esternalizzazioni del servizio di trasporto ad aziende private, lo smantellamento del settore tecnico con l’introduzione del full service che farà fare un ulteriore passo indietro a GTT", e "il bilancio 2016 che è stato approvato con grosse perdite". Dubbi anche sul quadro finanziario, con il "bilancio 2016 approvato con grosse perdite, le incertezze del 2017 e la mancanza di garanzie sulla ricapitalizzazione quadro debitorio di GTT".

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium