/ Cronaca

Cronaca | 26 maggio 2018, 10:55

Autobus riconvertito in dimora da alcuni nomadi sequestrato dai vigili al parco Colletta

Due sequestri amministrativi effettuati in piazza della Repubblica

Autobus riconvertito in dimora da alcuni nomadi sequestrato dai vigili al parco Colletta

Agenti del Reparto Informativo Minoranze Etniche della Polizia Municipale Torino oggi, sabato 26 maggio, hanno effettuato un'intervento di controllo in via Leon Battista Alberti, nei pressi dell’ingresso del parco Colletta, ove stavano stazionando più mezzi in uso ai nomadi.

A seguito di vari accertamenti è stata inizialmente posta sotto sequestro un’autovettura, Seat Ibiza (provvedimento di ganasce fiscali). La situazione si è complicata quando gli intervenuti si sono apprestati a procedere analogamente con una seconda auto e un mezzo di notevoli dimensioni, un autobus, riconvertito in camper e utilizzato come dimora. Tre nomadi sono stati indagati in stato di libertà per i reati di resistenza, violenza e minacce a Pubblico Ufficiale. La seconda auto, Citroen, e il bus, considerati rifiuti speciali, sono stati fatti oggetto di scorta e portati a rottamare.

Intanto continuano i controlli degli Agenti del Comando Porta Palazzo della Polizia Municipale Torino che oggi, sabato 26 maggio, hanno effettuato due sequestri amministrativi sul mercato di piazza della Repubblica.

Il primo riguardante un commerciante, cittadino di nazionalità cinese, che poneva in vendita 2.731 pezzi tra parrucche sintetiche e bigiotteria varia, prive delle indicazioni minime per il consumatore riguardo l'indicazione del materiale utilizzato per la realizzazione, l'indicazione dell'importatore e all'eventuale presenza di materiali o sostanze che possono arrecare danno all'uomo, alle cose o all'ambiente. L'uomo è stato sanzionato con 1.032 euro, ai sensi del decreto legislativo 206/2005.

Il secondo sequestro riguarda 82 paia di sandali e 19 paia di ciabatte poste in vendita senza la prescritta etichettatura indicante le corrette informazioni al consumatore e il titolare del banco, cittadino di nazionalità italiana, è stato sanzionato ai sensi del decreto legislativo 109/2017 con 1.166,66 Euro.

m.d.m.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium