/ Cronaca

Cronaca | 27 maggio 2018, 10:15

Iniziate a Torino le operazioni di disinnesco dell’ordigno bellico: “Difficoltà di livello 8 su 10”

Così si esprime il capitano Elvio Pascale, che coordina l’intervento. Da stamattina attivo il Coc nella sede della Protezione Civile

Iniziate a Torino le operazioni di disinnesco dell’ordigno bellico: “Difficoltà di livello 8 su 10”

Lo sgombero di oltre duemila persone al Lingotto si è ormai concluso e in questi minuti hanno preso il via le operazioni di disinnesco dell'ordigno bellico riaffiorato nei giorni scorsi in via Nizza durante lavori di scavo nei pressi di Eataly.

Gli artificieri del 32esimo Reggimento genio guastatori dell'Esercito metteranno in sicurezza la bomba, che ha all'interno 130 chili di esplosivo. La zona compresa tra via Nizza sino all'incrocio con via Millefonti, via Garessio, via Genova e corso Spezia è stata evacuata: sospese le erogazioni del gas e dell'energia elettrica, bloccate anche la circolazione ferroviaria e il traffico aereo. Le operazioni, che gli addetti definiscono di difficoltà di livello 8 su 10, sono coordinate dal capitano Elvio Pascale.

Intanto, è attivo dalle primissime ore di oggi il COC (Centro Operativo Comunale), nella sede della Protezione Civile di via delle Magnolie 5. Nella Sala operativa vengono monitorate in tempo reale tutte le operazioni di sgombero e di sicurezza attivate nella zona del Lingotto. Il COC è formato da Protezione Civile, Vigili del Fuoco, Polizia di Stato, Carabinieri, Polizia Municipale, 118, ASL, CRI, RFI, GTT, SMAT, IREN, ITALGAS,TELECOM, VODAFONE, WIND, autorità aereo portuali, volontariato e funzioni/strutture di supporto comunali.

Massimo De Marzi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium