/ Cronaca

Cronaca | 27 maggio 2018, 14:56

Terminato al Lingotto di Torino l'intervento per neutralizzare l'ordigno bellico

A breve gli oltre duemila sfollati potranno tornare a casa. Metro e mezzi pubblici verso il ritorno alla circolazione normale

Terminato al Lingotto di Torino l'intervento per neutralizzare l'ordigno bellico

E' terminato con oltre un'ora di anticipo rispetto al previsto l'intervento per neutralizzare l'ordigno bellico riaffiorato nei giorni scorsi a Torino, in via Nizza, durante i lavori di scavo vicino a Eataly.

Gli artificieri del 32esimo Reggimento genio guastatori dell'Esercito, al lavoro da questa mattina, hanno tagliato in due la bomba con lo Swordfish, una fresa a freddo che spara acqua e sabbia. Ora bruceranno l'esplosivo all'interno della parte anteriore.

La bomba inattiva, dopo essere stata caricata su un mezzo dell’Esercito, verrà portata in una zona militare fuori Torino, in una cava del poligono militare di San Maurizio Canavese, dove in serata verrà fatta esplodere. Il Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco ha autorizzato la riapertura dell’area interdetta. Gli Agenti della Polizia municipale, insieme alle altre Forze di sicurezza, stanno riaprendo gli accessi alla zona e quindi già dai prossimi minuti i residenti potranno tornare presso le proprie abitazioni.

Contestualmente verranno ripristinati i collegamenti ferroviari, metro e mezzi pubblici e la riapertura dello spazio aereo. Progressivamente, insomma, si sta tornando alla normalità.

Massimo De Marzi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium