/ Eventi

Spazio Annunci della tua città

Jordan nato 16/04/2018 magnifico sano cucciolo sverminato ciclo vaccinale completo libretto sanitario e certificazione...

Nel borgo marinaro di Gioiosa Marea e a pochi passi dal mare, pittoresca recentemente ristrutturata. La casa, dotata...

Con cucina, camera, sala e bagno. Balcone ampio lungo tutto l’appartamento. Posto auto chiuso da sbarra con apertura...

Luminoso, ampio e panoramico, 3° p ascensore, di soggiorno e cucinino, camera matrimoniale, bagno nuovo con doccia....

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | martedì 12 giugno 2018, 16:00

La terza mostra di Prospettiva Italia è Selezione “La Lettura” 2015-2018 di Federica Fragapane

Inaugurazione giovedì 14 giugno dalle ore 18 presso Wild Mazzini

Oltre 17.000 dati raccolti, analizzati e organizzati in forma visiva per raccontare in uno spazio ben definito - quello di un foglio di giornale, più precisamente La Lettura, l’inserto culturale del Corriere della Sera - eventi, temi, percorsi e personaggi tra i più eterogenei: dalla vita di Van Gogh, all’atlante dei luoghi della fantasia, dall’influenza delle lingue nel mondo, alle cinquanta figure storiche più rappresentative di tutti i tempi.

La mano che ha reso espressivi quella mole di numeri, presentandoli attraverso geometrie poetiche e colori pastello è quella di Federica Fragapane. Classe ‘88, collabora dal 2015 con il Corriere della Sera per il quale ha realizzato oltre trenta data visualization, venti delle quali ospitate dal 14 giugno al 9 luglio presso Wild Mazzini, in via Mazzini 33 a Torino.

Le storie raccontate dalla Fragapane nascono tra i numerosi vincoli a cui è sottoposto il giornale cartaceo, che a differenza dei media 2.0 permette all’occhio del lettore di prestare attenzione a quel che sta leggendo: non c’è la necessità di fare scroll, non ci sono video che distraggono la lettura, né tantomeno link che rimandano ad altri articoli. Così le data visualization di Fragapane sono dei mondi grafici da esplorare, guidati da elementi costruiti ad arte e capaci di sintetizzare, tra una riga, un cerchio e una sfumatura, un girone dantesco o un viaggio intercontinentale, la discografia di Dylan o le nazioni più pericolose. 

Portare fuori dalla pagina di giornale queste tavole, significa renderle autonome dalle notizie e attribuirgli una forza narrativa e rivelatrice, che con un po’ di sforzo, ci permette di meglio comprendere la realtà che ci circonda.

“Realizzare visualizzazioni di dati per Corriere della Sera – La Lettura implica un doppio intervento: quello di ricerca e proposta di temi e informazioni da comunicare, seguito da un’esplorazione delle modalità con cui questi temi possono essere raccontati visivamente - spiega la designer-. La duplice possibilità di proporre temi e poi visualizzarli è ciò che differenzia particolarmente la mia collaborazione con La Lettura dagli altri progetti a cui lavoro come freelance. Nel corso degli anni ho potuto affrontare tematiche appartenenti a mondi molto diversi tra di loro e comunicare storie e dati legati a temi rilevanti e urgenti. Allo stesso tempo, ho avuto l'opportunità di sperimentare moltissimo visivamente, cercando ogni volta nuove forme visive con le quali creare un rapporto di coinvolgimento con i lettori. Realizzare visualizzazioni di dati di questo tipo per me è un atto simile a quello dello scrivere: l'alfabeto diventa visivo e ogni volta vengono utilizzate nuove ‘lettere visuali’. Affrontare temi complessi e sperimentare visivamente allo stesso tempo vuol dire progettare visualizzazioni che necessitano di tempo per essere lette".

"Ma non penso che questo sia un aspetto negativo. Penso invece che ci siano tematiche che meritano di essere lette e affrontate con la dovuta calma, nella loro complessità. Sia che questo avvenga mediante un articolo, che attraverso una visualizzazione di dati”.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore