/ Attualità

Attualità | 20 giugno 2018, 07:05

Aurora, al Giardino Alimonda “Fischia il vento” con il rapper Mu So (VIDEO)

Online il video, girato tra i giardini di via Alimonda, che ha coinvolto italiani e stranieri. L’artista: “L’intenzione è viaggiare nella stessa direzione”

Aurora, al Giardino Alimonda “Fischia il vento” con il rapper Mu So (VIDEO)

L’integrazione attraverso la musica, ma soprattutto attraverso piccoli progetti rivolti a persone diverse, affinché concorrano, tutte, a realizzare qualcosa insieme. Qualche tempo fa, il rapper Mu So, artista guineano che vive in Barriera di Milano, noto per le sue attività nel campo dell’integrazione, ha scritto una canzone, “Fischia il vento”, che nasce proprio dalla celebre canzone partigiana, utilizzata durante la Resistenza.

E da lì Mu So è partito per raccontare la propria storia, la propria quotidianità e quella di tanti ragazzi come lui. Poi è arrivato il video quando il gruppo Amici di Aurora ha chiamato Mu So. “Mi hanno contattato – ha spiegato il rapper – per una situazione abbastanza complessa nel Giardino Alimonda, soprattutto tra italiani e non italiani. Di fatto, il giardino è diviso in due parti”.

Quindi l’idea, girare il videoclip di questa canzone proprio lì, ma coinvolgendo le persone del posto. “Siccome tratto tematiche di integrazione – ha proseguito Mu So – mi hanno contattato, ho quindi ritenuto opportuno girare il video per dare un’immagine emblematica, perché l’intenzione è viaggiare nella stessa direzione”.

Nella stessa direzione hanno viaggiato alcune decine di persone, che si sono radunate una domenica pomeriggio al Giardino Alimonda, alcune con indosso magliette rosse (come richiesto da Mu So) e con la voglia di fare qualcosa insieme. Italiani, stranieri, tutti davanti alla stessa telecamera. E ora che il video è online, da pochissimi giorni, le visualizzazioni hanno già superato quota 500. “Ho rivisto il video – ha commentato il rapper – e credo che, nella sua semplicità, sia esattamente l’immagine che volevo dare”.

Nel progetto, poi, è stata coinvolta anche l’assessora alle Pari opportunità della Regione Piemonte, Monica Cerutti. “Sono andato a parlare con lei – ha raccontato Mu So – e l’idea le è piaciuta, ho voluto far partecipare anche una parte più istituzionale”. Il video, infatti, si apre proprio con lei. “Io sono qui – dice l’assessora – perché credo in quello che sta facendo Mu So e credo proprio ci sia bisogno di superare gli steccati e le barriere”.

Un intento che il rapper porta avanti ogni giorno, nelle sue attività con i giovani, e in particolare a Il Passo social point, in via Nomaglio 6 (piena Barriera di Milano). Qui, ogni sabato, tiene corsi di rap per ragazzi tra gli 11 e i 18 anni. E all’orizzonte ci sono tanti altri progetti, tra cui un altro videoclip. In questi giorni, infatti, Mu So si è trasformato in un autista Gtt e, dal deposito di corso Trapani, ha iniziato le riprese di un nuovo filmato, che accompagnerà l’uscita di una canzone per sensibilizzare all’utilizzo corretto dei mezzi pubblici.

Il progetto è di Enaip e Regione Piemonte, ne sentiremo nuovamente parlare a settembre.

Paolo Morelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium