/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 25 giugno 2018, 21:02

Scegliere un'antifurto per la casa nell'era del digitale: consigli per una buona scelta

I furti in Italia sono all'ordine del giorno e buon antifurto per la casa è divenuto un MUST per proteggere le nostre famiglie e i nostri beni.

Scegliere un'antifurto per la casa nell'era del digitale: consigli per una buona scelta

I furti in Italia sono all'ordine del giorno e buon antifurto per la casa è divenuto un MUST per proteggere le nostre famiglie e i nostri beni.     

 

Nel nostro paese i furti nelle abitazioni sono in crescente aumento e , spesso, la decisione di installare un sistema di antifurto per la casa viene  presa a danno subito.

La scelta del sistema di sicurezza adeguato va effettuata dopo una serie di importanti valutazioni: innanzitutto è necessario capire quali sono le proprie esigenze ed informarsi sulle offerte del mercato.

Per indirizzarvi verso l'acquisto vi proponiamo alcuni punti:

1)      La scelta di un'antifurto Smart (semplice e gestibile dal proprio smartphone)

Nell'era dell'internet of things avere un'antifurto che sia telegestibile da ogni tipo di dispositivo, da qualsiasi parte del globo, e con la possibilità di visionare le telecamere, monitorare i parametri dei sensori e gestire la domotica della casa costituisce un grosso vantaggio rispetto ai sistemi convenzionali.

 

2)      La scelta della tecnologia di trasmissione wireless

 

I sensori wireless trasmettono senza utilizzare alcun tipo di cablaggio e i vari elementi sono alimentati da una batteria di lunga durata.

Il vantaggio di questa tipologia di sensore è quello di semplificare e ridurre i costi d'installazione ed adattarsi a qualsiasi tipo di ambiente

I modelli di nuova generazione a doppia frequenza garantiscono anche una protezione antijamming (anti sabotaggio).

 

3) La dotazione hardware degli accessori

E' importante valutare l'utilizzo di sensori alternativi al mercato tradizionale, tali sensori sono meno prevedibili da possibili malintenzionati e costituiscono l'”effetto sorpresa”

E' a tal proposito che un'azienda italiana  presenta il sensore SBS, in grado di rilevare la variazione  di pressione generata dai tentativi di effrazione e/o scasso.

4)La gestione della domotica

Un buon antifurto dovrebbe prevedere anche funzione di domotica ed automazione della casa (attivazione luci del giardino, controllo remoto del cancello elettrico, controllo degli accessi e della climatizzazione)

5)La connessione con una centrale operativa di vigilanza / forze dell'ordine

Un ulteriore punto di forza è rappresentato dalla possibilità di collegare direttamente l'impianto ad una centrale operativa o direttamente alle forze dell'ordine.

Questo consente di monitorare la situazione in fase di allarme (anche grazie all'ausilio del videocontrollo) ed intervenire immediatamente in caso di reale situazione criminosa.

 

6)      La garanzia e il  servizio post vendita e made in italy

 

L'esperienza di un'azienda presente sul territorio italiano, dotata di certificazioni e di un'eccellente servizio di post vendita (assistenza e manutenzione) rappresentano un punto qualificante qualora si avesse necessità di eseguire operazioni di manutenzione per il mantenimento della corretta efficienza dell'impianto.

 

 

 

 

 

 

 

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium