/ Attualità

Attualità | 27 giugno 2018, 07:20

Dopo un secolo Torino dice addio al negozio di spaghi e corde di San Salvario (FOTO)

A fine mese si abbasseranno definitivamente le saracinesche di "Eugenio Grissiotti. Articoli da imballaggio", complice la crisi e i cambiamenti del mercato

Dopo un secolo Torino dice addio al negozio di spaghi e corde di San Salvario (FOTO)

Dopo un secolo di attività chiude uno dei più antichi negozi di spaghi e corde di Torino: in via Ormea 29 a fine giugno si abbasseranno definitivamente le saracinesche di "Eugenio Grissiotti. Articoli da imballaggio".

Aperto dal 1918 nel cuore di San Salvario, da oltre mezzo secolo l'attività è portata avanti dalla nipote del fondatore Elda Grissiotti e dal marito Giuseppe Lattuate che oggi, complice l'età, la crisi economica ed i cambiamenti del mercato, devono dire addio ad una fetta importante della loro vita. La figlia Michela ha scelto poi di fare il medico e la chiusura è diventata una sorta di strada obbligatoria. 

"Mio nonno Giuseppe", spiega la signora Elda, "faceva l'arredatore e insieme a mia nonna confezionava e commerciava tessuti, dalle tende alle tappezzerie fino alle trapunte. È stato mio papà nel dopoguerra a decidere di cambiare genere ed iniziare a spaghi, cordami e scatole all'ingrosso".

In questo secolo di vita la clientela che ha varcato il negozio all'angolo tra via Ormea e via Lombroso è stata la più etereogenea. "Avevamo architetti", spiega Elda, "artisti di circo, maestri di yoga, tappezzieri e i grandi teatri."

Una bottega unica nel suo genere, a cui Torino dovrà dire addio.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium