/ Politica

Politica | 13 luglio 2018, 16:56

"Massima fiducia nella magistratura, ma rivendichiamo libertà di espressione pacifica del pensiero"

Così, in una nota, il M5S di Torino sui fatti di questa mattina al centro sociale Askatasuna

"Massima fiducia nella magistratura, ma rivendichiamo libertà di espressione pacifica del pensiero"

"Ci teniamo a ribadire il massimo rispetto e fiducia nel lavoro della Magistratura e nell’imparzialità del suo operato, per questo rigettiamo qualsiasi tentativo di strumentalizzazione venga fatto in merito alle perquisizioni avvenute a Torino in mattinata presso il centro sociale Askatasuna e lo spazio popolare Neruda". Questa la nota diffusa dal M5S di Torino sugli eventi di questa mattina, relativi a fatti del 1° maggio 2017.

"Riteniamo pertanto inopportune le dichiarazioni, dirette ai consiglieri comunali, rilasciate oggi da un sindacato di polizia", prosegue la nota. "Rivendichiamo la libertà di espressione pacifica del pensiero e quindi anche del dissenso, purché, ribadiamo, rimanga entro i limiti della legalità e del rispetto".

“Ho sempre partecipato al corteo del primo maggio con il cosiddetto spezzone sociale”, dichiara la consigliera Albano, “perché ritengo sia espressione di una sensibilità più vicina al mio pensiero politico”. Maura Paoli spiega: "Spezzare il corteo ha provocato reazioni di cui oggi si chiede conto. Per anni si è adottata questa strategia fallimentare. È impossibile non notare che nel 2018, con una diversa gestione della piazza, non si siano verificati scontri".

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium