/ Viabilità e trasporti

Viabilità e trasporti | 17 luglio 2018, 15:15

Torinesi sempre più litigiosi su bus e tram: in aula botta e risposta tra i consiglieri del M5S

Ogni anno sui mezzi pubblici di Torino e cintura sono più di 40 mila le persone controllate in oltre 400 interventi svolti da assistenti alla clientela del Gruppo Torinese Trasporti e da agenti della Polizia Municipale

Torinesi sempre più litigiosi su bus e tram: in aula botta e risposta tra i consiglieri del M5S

Torinesi facili al litigio su bus e tram, mentre scendono i diverbi con il conducente. A descrivere questa realtà è l'ingegnere di GTT Giovanni Battista Rabino, durante la presentazione dei risultati di "Linea Sicura". Ogni anno sui mezzi pubblici di Torino e cintura sono più di 40 mila le persone controllate in oltre 400 interventi svolti da assistenti alla clientela del Gruppo Torinese Trasporti e da agenti della Polizia Municipale. 

Il progetto è attivo dal 2003 per contrastare l'evasione, ma anche per rassicurare i passeggeri a bordo. Sul primo punto, come chiarisce Rabino, "non è vero che tutti i sanzionati non possono permettersi di comprare il biglietto." "Su 100 mila verbali che vengono emessi ogni anno", spiega, "il 30% vengono pagati. Persone che rischiano di pagare una multa da 25 euro, per non comprare un biglietto da 1,70 euro."

Sul fronte della sicurezza, come ha spiegato il comandante dei vigili Emiliano Bezzon, :"i vigili in borghese effettuano attività per contrastare il borseggio e le molestie." "Episodi non ricorrenti" - come ha spiegato il numero 1 dei Civich, "ma che attenzioniamo moltissimo soprattutto sui mezzi pubblici che trasportano studenti e studentesse."

Ad intervenire la capogruppo di Torino in Comune Eleonora Artesio che ha proposto maggiori interventi per prevenire episodi di discriminazione, ad esempio con cartelli a bordo del tipo "L'istigazione all'odio è reato".

A commentare le parole dell'Artesio la consigliera del M5S Viviana Ferrero, che ha parlato della discriminazione come di un fenomeno circoscritto. Un'esternazione che non è piaciuta al suo collega Marco Chessa, che ha detto:"Tutti gli episodi di razzismo vanno stigmatizzati e condannati."

Infine, il consigliere del M5S Francesco Sicari ha chiesto di intensificare i controlli serali. 

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium