/ Attualità

Attualità | 19 luglio 2018, 19:58

Tentate truffe alle scuole dell'infanzia: la Regione precisa che nessun suo dipendente è autorizzato a chiedere la restituzione dei contributi

Qualora si verificassero episodi simili, si invita a denunciare il fatto alle Forze dell'Ordine

Tentate truffe alle scuole dell'infanzia: la Regione precisa che nessun suo dipendente è autorizzato a chiedere la restituzione dei contributi

L’Assessorato regionale all’Istruzione ha nuovamente ricevuto segnalazione di casi di sconosciuti che, presentandosi telefonicamente alle scuole dell’infanzia come dipendenti della Regione, domandano la restituzione di contributi ad esse erogati “per errore” e ne chiedono l’accredito tramite Postepay o altre simili modalità.

La Regione Piemonte specifica che nessun dipendente regionale è autorizzato a chiedere telefonicamente il pagamento di somme di denaro e, qualora si verificassero episodi simili, invita i servizi educativi e le scuole dell’infanzia a denunciare immediatamente il fatto alle Forze dell'Ordine.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium