/ Eventi

Eventi | 23 luglio 2018, 10:43

Grugliasco, gran settimana finale a "Sul Filo del Circo"

Il programma prevede il percorso di ricerca di Nicolas Fraiseu, la performance con la scala libera di Emiliano Ferri. Conclude il festival la prima nazionale della compagnia canadese Flip FabriQue che porta in scena Attrape Mio (Catch me!)   .

Grugliasco, gran settimana finale a "Sul Filo del Circo"

Prosegue la diciassettesima edizione del Festival Internazionale Sul Filo del Circo, in programma a Grugliasco fino al 28 luglio, con un cartellone di spettacoli di compagnie nazionali i internazionali.

            Martedì 24 e mercoledì 25 luglio alle ore 21.30 allo Chapiteau Vertigo, la prima nazionale di Compagnia La Voie Ferrée / Emiliano Ferri (Francia-Italia) che si esibisce in Pour La Beauté Du Geste. Uno spettacolo che è il risultato delle diverse esperienze vissute negli ultimi anni di lavoro dal performer, di incontri tanto artistici quanto personali. La volontà di continuare a creare, la curiosità costante e la necessità di esprimersi innescando un nuovo dialogo tra se stesso e gli oggetti acrobatici, conducendo l’artista a realizzare uno spettacolo “solista”, in cui il possibile e l'impossibile non esistono e il principio fondamentale si basa sul godimento del momento presente. Sul palcoscenico tre scale di dimensioni diverse, un sassofono tenore, un microfono e trappole per topi: strumenti apparentemente disgiunti ma essenziali per creare un’ambientazione scenica che consenta all’artista di compiere una ricerca fisica ed emotiva sulla propria esistenza e sul senso del raggiungimento di un traguardo.

Specialista in scala libera, Emiliano Ferri immagina uno spettacolo in cui essere al tempo stesso musicista, ballerino, acrobata, attore, zigzagando, in un’Odissea personale, tra i mille ostacoli da lui stesso creati, con l’intento di dilatare il momento del raggiungimento dell’obiettivo.

Laureato nel 2008 all'ESAC (Brussels School of Circus Arts), ha lavorato per diversi cabaret in Germania, con le compagnie NoFit State Circus, Cirque Exalté (mostra "Furieuse Tendresse", 2014) e La Folle Allure (mostra "E2", 2017).

Giovedì 26 luglio alle 21.30 sempre presso lo Chapiteau Vertigo la ricerca personale di Nicolas Fraiseu della compagnia Les Homme Penchés, portata al festival in collaborazione con Festival Teatro Musica Estate 2018, si incentra sul concetto di instabilità. Instable, questo il nome dello spettacolo, è una riflessione sull’esplorazione di quelle mille possibilità generate dai gesti quotidiani che compiamo per raggiungere degli obiettivi prefissati. Ma esistono altri mille modi per non raggiungere subito questi obiettivi o raggiungerli a poco a poco in modo complicato, pericoloso, comico. Un percorso “instabile” appunto, che rende manifesta la nostra precarietà e fragilità di essere umani, nel tentativo di confrontarci con quelle infinite possibilità.

Centrale il concetto di limite e sulle sue molteplici manifestazioni: il limite dell'equilibrio di un oggetto, di un corpo in movimento o di un corpo su un oggetto. I limiti del palcoscenico, i limiti del pubblico. Il superamento di questi confini è un punto nevralgico perché senza la possibilità di una loro trasgressione, il concetto di “limite” stesso viene meno. Esso vive se e solo se è contemplato il suo poter essere infranto o superato. Aspetto questo che genera squilibrio, instabilità.

La conclusione della 17° edizione del Festival è affidata a un’altra compagnia proveniente dal Canada: Flip Fabrique è composta da Christophe Hamel, Bruno Gagnon, Hugo Ouellet Côté, Jérémie Arsenault, Jade Dussault, Yann Leblanc, acrobati formatisi assieme presso l'École de Cirque de Québec in Canada e con trascorsi lavorativi in celebri compagnie circensi tra cui il Cirque du Soleil, The 7 Fingers, Les Confins e il Cirque Éloize. Nel 2011, dopo dieci anni di carriera individuale, decidono di riunirsi e fondare Flip FabriQue, accomunati dalla stessa voglia di infondere gioia e divertimento.

La compagnia porta in scena a Sul Filo del Circo venerdì 27 e sabato 28 luglio alle ore 21.30 al Teatro Le Serre, lo spettacolo di debutto Attrape Moi (Catch me!), diretto da Olivier Normand e il cui titolo stesso strizza l’occhio alla loro esperienza personale che ha fatto sì che si ritrovassero dopo anni di  lontananza. E proprio questo è il leitmotiv dello spettacolo semi-autobiografico. Dieci anni dopo essersi conosciuti un’estate al mare, un gruppo di amici decide di tornare nel vecchio chalet del loro passato. Una fugace parentesi dalle loro abituali vite che li catapulta in un’età dell’oro in cui erano giovani e spensierati: un'occasione perfetta per rivivere la loro commovente complicità. Rapidamente, il desiderio di giocare e di fare uno spettacolo riemerge. Per un momento, diventano, ancora una volta, forti scoppi di fuoco che vogliono ridere e irradiarsi.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium