/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 15 agosto 2018, 07:30

Torino al quarto posto in Italia per la raccolta di RAEE di illuminazione con 29 tonnellate

In totale sono 1.635

Torino al quarto posto in Italia per la raccolta di RAEE di illuminazione con 29 tonnellate

Nel primo semestre del 2018 sono 1.635 le tonnellate di Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE) raccolte sul territorio nazionale e avviate a corretto trattamento da Ecolamp.

Il consorzio, ha registrato l’11% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Poco più della metà dei RAEE raccolti, ovvero 821 tonnellate, sono sorgenti luminose esauste (raggruppamento R5), mentre 814 tonnellate sono costituite da piccoli elettrodomestici, elettronica di consumo e apparecchi di illuminazione giunti a fine vita (raggruppamento R4).

Nei primi sei mesi del 2018 sono aumentate di oltre l’8% le lampade esauste conferite dai privati cittadini presso i 1.807 centri di raccolta assegnati al Consorzio e diffusi su tutto il territorio nazionale, per un totale di 452 tonnellate. Altre 369 tonnellate sono state, invece, raccolte attraverso i servizi volontari messi a disposizione da Ecolamp per professionisti e operatori del settore.

Per quanto riguarda i RAEE, come piccoli elettrodomestici, elettronica di consumo e apparecchi di illuminazione, la raccolta è aumentata del 18% rispetto allo scorso anno con 805 tonnellate provenienti dai 133 centri di conferimento assegnati al Consorzio sul territorio italiano, a cui si aggiungono 9 tonnellate - il 60% in più rispetto al 2017 - raccolte tramite i servizi volontari offerti da Ecolamp ai professionisti del settore e alla distribuzione.

Per quanto riguarda le lampadine - il raggruppamento storico del consorzio - dieci province italiane, di cui quattro lombarde, realizzano insieme il 42% della raccolta, pari a 343 tonnellate di rifiuti di illuminazione avviate a corretto trattamento su un totale di 821. Al primo posto si conferma Milano con 63 tonnellate, seguita sul podio da Roma con 56 e Bergamo con 55.

Numeri positivi anche per Torino, che raggiunge le 29 tonnellate, e per Bologna che passa da 21 a 23.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium