/ Sport

Sport | mercoledì 15 agosto 2018, 15:48

Olimpiadi 2026, il sindaco di Milano riapre la polemica: "Noi capofila. A settembre incontreremo il Coni"

Beppe Sala torna sul tema Giochi entrando a gamba tesa: "Milano capofila condizione imprescindibile". Si attende reazione della Appendino che aveva chiesto la parità assoluta tra le tre città candidate

"Ho chiesto al Coni di rivederci subito. Ci rivedremo a settembre e io tornerò lì dicendo che noi siamo disponibili, ma riteniamo che per il bene di tutti Milano possa essere la città capofila". Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, commentando al Tg3 Regionale la decisione del Coni di candidare insieme, e con pari ruolo, Milano, Torino e Cortina per le Olimpiadi invernali del 2026.

Come riporta l'Ansa, Sala si sarebbe detto "deluso" da come è stata gestita la faccenda. "Milano non ha le montagne - ha affermato - ma ha la forza del suo marchio e ha capacità organizzative. E' per questo che noi ci siamo candidati ad essere città guida. Se così non fosse, sarà un problema, anche perché il nostro Consiglio comunale ha deliberato che Milano sia o la città che ospita le Olimpiadi, o la città capofila".

Si attendono a questo punto le reazioni di Cortina e soprattutto di Torino,che invece aveva posto come condizione proprio quella che le tre città fossero messe sullo stesso piano, senza una capofila. La sindaca Chiara Appendino aveva preso con riserva la decisione del Coni, affermando che "la scelta di Torino come unica candidata sarebbe in assoluto la migliore".

r.g.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore