/ Cronaca

Cronaca | 18 agosto 2018, 09:33

Il senatore M5S Airola tenta il suicidio: trovato nella sua vasca da bagno ad Aurora

E' stato salvato ieri sera grazie all'intervento della sorella. Ora è ricoverato fuori pericolo all'ospedale Giovanni Bosco. I senatori pentastellati: "Chiediamo a tutti di dimostrare il dovuto rispetto"

Il senatore M5S Airola tenta il suicidio: trovato nella sua vasca da bagno ad Aurora

Chiamate e messaggi senza risposta, poi l'allarme al servizio sanitario e la corsa a Torino dalle Valli di Lanzo. Così la sorella del senatore del Movimento 5 Stelle Alberto Airola è riuscita a evitare la tragedia, ieri sera, nella sua abitazione ad Aurora. 

Era immerso nella vasca da bagno, sanguinante, con accanto un flacone di ansiolitici. Aveva lasciato due lettere, una rivota ai familiari, l'altra alle forze dell'ordine, per comunicare la decisione di farla finita. 

Airola è stato immediatamente ricoverato all'ospedale Giovanni Bosco. Da ieri sera è fuori pericolo di vita. Interpellati, alcuni colleghi pentastellati di Torino hanno preferito non rispondere, per il momento, alle domande dei giornalisti. 

Il senatore aveva subito una violenta aggressione nei pressi dei giardini Alimonda lo scorso settembre, da parte di due ragazzi dominicani e un tunisino. 

Risale al 14 agosto l'ultimo post pubblicato sulla sua pagina Facebook, in merito al crollo del ponte Morandi: "Sono scioccato da quello che è successo a Genova. Sono addolorato e angosciato per le vittime, i feriti e  i loro cari".

I senatori del Movimento 5 Stelle hanno diffuso una nota in seguito alla notizia: "La notizia riportata dalla stampa questa mattina ci colpisce e ci addolora profondamente. Siamo vicini ad Alberto e ai suoi familiari, cui manifestiamo il massimo sostegno possibile e tutto il nostro affetto e vicinanza. In questo momento così delicato chiediamo agli organi di stampa e a tutti di dimostrare il dovuto rispetto evitando appostamenti in ospedale e ogni altro atto possa disturbare la famiglia di Alberto".

Anche la sindaca di Torino Chiara Appendino ha espresso sui social la vicinanza al senatore: "Alberto Airola è prima di tutto un amico con cui sin dall'inizio abbiamo condiviso una grande avventura. Provo profondo dolore per quello che è successo. Gli auguro una pronta ripresa e, nell'esprimere vicinanza alla famiglia, mi associo alla richiesta di rispetto e privacy". 

r.g.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium