/ Cronaca

Cronaca | 15 settembre 2018, 13:10

Ruba un abito costoso in un negozio, ma elimina solo due placche anti taccheggio su tre: l'allarme suona e lei viene arrestata

La donna aveva sottratto un vestito da 549 euro in un noto store multimarca di via Lagrange. Sul posto sono intervenuti gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale

Ruba un abito costoso in un negozio, ma elimina solo due placche anti taccheggio su tre: l'allarme suona e lei viene arrestata

Ha tentato di rubare un abito costosissimo in un negozio. E ce l'ha quasi fatta. A incastrarla, facendola arrestare, è stata però una piccola ingenuità: non aveva infatti contato bene il numero delle placche anti-taccheggio presenti sul vestito: tre, invece delle due tranciate e buttate da lei. Appena la donna è passata davanti ai sensori, l'allarme è dunque scattato e per lei si sono aperte le porte del carcere con l'accusa di tentato furto aggravato.

L'episodio è avvenuto lo scorso mercoledì pomeriggio all’interno di un noto store plurimarca di via Lagrange. Lì la signora si è impossessata di un abito da donna del valore di 549 euro e lo ha celato all’interno della sua borsa dopo aver sradicato, con l’aiuto di una tronchese per le unghie, solo due delle tre placche antitaccheggio presenti. La cinquantunenne era certa di aver eliminato tutti dispositivi di sicurezza ma all’uscita dall’esercizio le barriere anticheggio hanno suonato ed è stata immediatamente fermata dall’addetto alla vigilanza che in realtà aveva già notato i suoi movimenti. Gli agenti della Squadra Volante, all’interno della borsa della signora, hanno rinvenuto un abito con ancora applicata l’etichetta. La donna ha provato a giustificarsi, senza successo.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium