/ torinoggi.it

torinoggi.it | 17 settembre 2018, 07:23

Viotti: "Strada maestra per scelta presidente Piemonte sono le primarie 'con' Chiamparino, non contro"

"Una mobilitazione di popolo, di realtà territoriali, di reti civiche e politiche che da tempo ci chiedono coinvolgimento e spazi di partecipazione per fronteggiare i nuovi populismi e i germi di intolleranza che stanno spandendo nella società".

Viotti: "Strada maestra per scelta presidente Piemonte sono le primarie 'con' Chiamparino, non contro"

"Per noi la “strada maestra” per la scelta del prossimo candidato presidente sono le primarie “con” Chiamparino e non “contro”. È questo il messaggio che lancia l'europarlamentare del Pd Daniele Viotti a poche ore dalla riunione del coordinamento reggente del Partito Democratico piemontese, prevista nel tardo pomeriggio, in attesa del congresso regionale. "Una mobilitazione di popolo, di realtà territoriali, di reti civiche e politiche che da tempo ci chiedono coinvolgimento e spazi di partecipazione per fronteggiare i nuovi populismi e i germi di intolleranza che stanno spandendo nella società". 

Secondo Viotti "non sarebbe compresa dai piemontesi e sarebbe un errore una scelta totalmente verticistica, di gruppi dirigenti, senza un percorso di ascolto delle moltissime energie che la nostra regione può mettere a disposizione. Così come non sarebbe compresa dai nostri militanti una scelta senza una discussione nei nostri organismi di partito ancora legittimamente in carica".

Se però la strade delle primarie non dovesse essere la migliore, l'europarlamentare auspica che Chiamparino si faccia carico "di una proposta politica che sappia tenere conto della forte richiesta di rinnovamento nelle idee e nei volti che è sempre più difficile ignorare". 

"Il presidente di regione è uomo di grande esperienza e visione e sono certo che saprà cogliere questi e altri suggerimenti che gli stanno arrivando in queste ore e non presterà il fianco a un mondo, un sistema di potere vecchio, consumato, incapace di rispondere ai problemi nuovi, che cerca di sopravvivere utilizzando strumentalmente la sua candidatura.", conclude Viotti. 

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium