/ Cronaca

Cronaca | 19 settembre 2018, 18:52

Battaglia al tribunale di Torino nel processo Seat Pagine Gialle

Il legale di ItaliaOnline ha chiesto l'estromissione di 800 piccoli azionisti come parti civili

Battaglia al tribunale di Torino nel processo Seat Pagine Gialle

Sono state scintille oggi al Palazzo di Giustizia di Torino al processo per il crac di Seat Pagine Gialle.

Finora sono stati ammessi oltre 800 piccoli azionisti come parti civili, ma l'avvocato Alberto Mittone, legale di ItaliaOnline, ne ha chiesto l'estromissione, chiedendo poi che la stessa Italia Online non sia chiamata in causa quale responsabile civile. Naturalmente il pm Valerio Longi e l'avvocato Marcello Gori, rappresentante dei risparmiatori riuniti dall'associazione Confconsumatori, si sono opposti.

Gli imputati sono 15 persone con ruoli di manager in Seat Pg all'epoca dei fatti, tra cui l'ex presidente Enrico Giliberti e l'ex ad Luca Majocchi. Secondo l'accusa, il crollo della società fu provocato dalla distribuzione di un maxi-dividendo deliberato in assemblea nell'aprile del 2004, che avrebbe fatto saltare i conti.

m.d.m.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium