/ Politica

Politica | 19 settembre 2018, 10:22

Olimpiadi 2026, Chiamparino rilancia il "tridente": "Pronti per tornare a Roma e riaprire la discussione"

Il governatore del Piemonte: "Se il problema è soltanto quello di mettere il nome di Milano davanti nel logo, mantenendo pari dignità tra le città, ci sono le condizioni per tornare a discutere"

Olimpiadi 2026, Chiamparino rilancia il "tridente": "Pronti per tornare a Roma e riaprire la discussione"

Sergio Chiamparino crede ancora che Torino e le sue valli possano essere tra le protagoniste delle Olimpiadi invernali 2026. Dopo che ieri il sindaco Chiara Appendino si è sfilata dicendo "in Piemonte, senza il pieno sostegno e l’impegno economico del Governo, non ci sono le condizioni per organizzare i Giochi", oggi il governatore rilancia nuovamente la candidatura a tre tra Cortina, Milano e Torino dopo aver parlato con il Presidente del Veneto Luca Zaia.

"Ho sentito telefonicamente il governatore del Veneto Luca Zaia, - spiega il Presidente della Regione Piemonte - questa mattina alle 8 e mi ha confermato, come aveva già dichiarato ieri, che preferirebbe il tridente". "Lo stesso Malagó - aggiunge Chiamparino, intervenendo stamattina su Rai3 - ha detto che la partita è ancora aperta".

Il Presidente della Regione Piemonte gioca poi la carta della massima disponibilità verso le richieste di Milano. "Da parte mia, se l’unica questione è un logo che, garantita la pari dignità delle città, metta Milano all'inizio, credo ci siano tutte le condizioni per rimettersi al tavolo a Roma e riprendere la discussione, con tutti gli approfondimenti che avremo il tempo di fare", conclude Chiamparino.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium