/ Cronaca

Cronaca | 22 settembre 2018, 10:48

Cuorgnè: casa di campagna era in realtà una mini-industria della marijuana

Oltre ad una piantagione vicino all'abitazione i militari hanno anche rinvenuto e sequestrato foglie della sostanza stupefacente

Cuorgnè: casa di campagna era in realtà una mini-industria della marijuana

Prosegue l’attività dei carabinieri della Compagnia di Ivrea per contrastare la produzione e lo spaccio di sostanze stupefacenti in Canavese. I carabinieri della Stazione di Cuorgnè, due sere fa, hanno scoperto una piantagione di cannabis in una serra sita in un terreno di pertinenza di una abitazione a breve distanza dal centro di Cuorgnè.

A prendersi cura di quattordici piante di cannabis, tutte di altezza di circa 170 cm, un uomo di 47 anni, proprietario del terreno. All’interno della sua abitazione i militari hanno rinvenuto e sequestrato 650 grammi di foglie intere ed essiccate di marijuana ed 1 kg di foglie di marijuana intere appese ad essiccare, poste all’interno ed all’esterno di un armadio in legno adibito ad essiccatoio.

In cucina sono stati trovati altri 100 grammi di marijuana essiccati e tritati. L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, è stato dichiarato in arresto per coltivazione e detenzione di sostanza stupefacente e, su disposizione della Procura di Ivrea, è stato sottoposto agli arresti domiciliari. Dopo la convalida dell’arresto, il Gip del Tribunale eporediese ha disposto nei confronti del 47enne la misura cautelare degli arresti domiciliari.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium