/ torinoggi.it

torinoggi.it | 23 settembre 2018, 11:00

La Juve a Frosinone a caccia della quinta vittoria consecutiva, Allegri: "Non bisogna abbassare l'attenzione"

Alle 20.30 i bianconeri, reduci dal successo in Champions League, di scena al "Benito Stirpe". Il tecnico: "Dobbiamo arrivare allo scontro diretto con il Napoli nelle migliori condizioni".

Paulo Dybala, questa sera titolare nell'attacco bianconero

Paulo Dybala, questa sera titolare nell'attacco bianconero

Dopo l'esordio vincente in Europa di mercoledì scorso, la Juventus torna in campo questa sera a Frosinone (ore 20.30, arbitro Piero Giacomelli di Trieste) a caccia della quinta vittoria consecutiva in campionato. Alla vigilia della sfida del "Benito Stirpe" ha parlato Massimiliano Allegri:

"Siamo in un momento importante in campionato, abbiamo messo da parte il girone di Champions - le parole del tecnico bianconero - il Frosinone, che comunque contro la Lazio a Roma ha fatto una buona partita perdendo 1-0 e con la Samp nel primo tempo ha creato diverse occasioni, cercherà l'impresa della vita: non bisogna abbassare l'attenzione, c'è troppo entusiasmo e troppa energia positiva. Mercoledì abbiamo fatto una bella partita, ma deve essere la normalità per la Juventus. Dobbiamo arrivare allo scontro diretto con il Napoli nelle migliori condizioni".

"Domani riposerà qualcuno - ha confidato il mister livornese - Perin giocherà mercoledì col Bologna, Barzagli potrebbe rientrare mercoledì, De Sciglio farà esami martedì per capire a che punto è, Khedira e Douglas Costa saranno nuovamente a disposizione dopo la sosta. La difesa a tre può essere una soluzione, devo vedere chi è che sta meglio e chi è che sta in piedi ma soprattutto di testa: se giocherò a tre, uno tra Alex Sandro, Cancelo e Cuadrado potrà riposare. Se giocherò a quattro, forse devono giocare tutti e tre. Devo capire come sta Bernardeschi, ma comunque i cambi sono sempre importanti. Pjanic, Bentancur ed Emre Can possono giocare insieme, Matuidi e Mandzukic sono arrivati per ultimi quest'estate e mentalmente hanno più bisogno di riposare. Devo essere fortunato a capire quando è il momento di toglierli".

Dopo l'espulsione di mercoledì scorso, tornerà in campo Cristiano Ronaldo: "È il più forte giocatore al mondo con Messi e per noi è un valore aggiunto - il commento su CR7 - finora ha fatto solo due gol, ma tirando tantissimo in porta e avendo tante occasioni. Di questo sono molto contento, ma la squadra ha una sua fisionomia e negli ultimi anni ha fatto risultati importanti. Sono sicuro che farà un'ottima prestazione così come è successo in Champions League, le aspettative quando si tratta di lui sono sempre alte: ha dimostrato tanto in carriera ma lui è molto esigente con se stesso, deve andare in campo per divertirsi e continuare e fare gol".

Giocherà Dybala, rimasto fuori nel match di Champions contro il Valencia: "Può giocare dietro le punte come col Sassuolo oppure da centravanti con due esterni forti - l'analisi di Allegri sulla Joya - però poi bisogna aggiustare le mezzali, perché l'area va riempita. In Champions con Dybala ho fatto una scelta, con l'infortunio di Khedira e l'espulsione di Ronaldo è cambiata la strategia. Con il Frosinone sarà in campo: per noi è importante e soprattutto ha gol nelle gambe".

Un pensiero poi al reparto difensivo: "In difesa a Valencia siamo migliorati, Bonucci doveva capire che deve fare un passo indietro e i terzini devono accorciare: però mercoledì abbiamo subito tanti cross e questo non va bene".

Chiosa finale sulla mancata convocazione di Douglas Costa da parte del Ct del Brasile: "Tanto non sarebbe potuto andare in Nazionale perché è infortunato - ha concluso l'allenatore campione d'Italia - da noi ha pagato con la multa e la squalifica, si è subito reso conto dell'errore".

 

PROBABILI FORMAZIONI

FROSINONE (3-5-2): Sportiello; Goldaniga, Salamon, Capuano; Zampano, Chibsah, Crisetig, Hallfredsson, Molinaro; Campbell, Perica.

ALLENATORE: Moreno Longo.

 

JUVENTUS (4-3-3): Szczęsny; Cuadrado, Benatia, Chiellini, Cancelo; Emre Can, Pjanic, Bentancur; Dybala, Cristiano Ronaldo, Mandzukic.

ALLENATORE: Massimiliano Allegri

Roberto Vassallo

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium