/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | domenica 30 settembre 2018, 21:40

Bufera sul post del consigliere M5S di Moncalieri: "Usa un elenco di malattie serie per prendere in giro il Pd"

L'esponente pentastellato di minoranza ha pubblicato su facebook alcune foto di manifestanti del Pd a Roma, commentando:"Suggerirei loro di rimanere compatti ma suddividersi in gruppi in base alle patologie che colpiscono gli anziani"

Bufera sul post del consigliere M5S di Moncalieri: "Usa un elenco di malattie serie per prendere in giro il Pd"

E’ bufera politica sul post pubblicato dal consigliere comunale del M5S di Moncalieri Cosimo Ettorre. L’esponente pentastellato della minoranza ha infatti pubblicato su facebook alcune foto di persone che oggi hanno preso parte alla manifestazione del Pd a Roma, commentando con un emoticon sarcastico:”Se riuscissero ad organizzarsi, temo fortemente che la gioventù piddina in rivolta potrebbe far cadere il governo.”
“Suggerirei loro di rimanere compatti –continua Ettorre - ma suddividersi in gruppi in base alle patologie che colpiscono gli anziani: in testa i diabetici, afflitti da prostatite sulla sinistra del corteo, vittime Alzheimer e demenza senile sulla destra, problemi di osteoporosi in fondo al corteo -potrebbero rallentare.”

Parole che non hanno mancato di suscitare polemiche tra le file dei dem. Il responsabile organizzativo del Partito Democratico di Torino, riportando il post,  scrive:”Questo signore è un consigliere comunale di Moncalieri che fa sarcasmo sulle malattie.” “Ha scambiato la politica – prosegue Mazza - per il luogo ove far sfogare le sue frustrazioni. Spero si vergogni qualcuno per lui, dato che non credo sia capace a vergognarsi di se stesso.” Dello stesso avviso la consigliera della circoscrizione 3 ed esponente dei GD  Ludovica Ciora:”Ettorre usa un elenco di malattie molto serie per prendere in giro il Partito Democratico.”
“Caro signor Ettorre – prosegue - volevo solo dirle che lei si deve vergognare per quello che ha scritto e si deve scusare immediatamente, ma non con noi giovani piddini, piuttosto si scusi con le persone che contro queste patologie lottano tutti i giorni.”

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore