/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | giovedì 11 ottobre 2018, 07:34

Egiziano dà da lavorare in nero a un connazionale già espulso dall'Italia

La scoperta, da parte della Guardia di Finanza, presso una paninoteca ambulante di Ciriè

Egiziano dà da lavorare in nero a un connazionale già espulso dall'Italia

Impiegava “in nero” un immigrato clandestino già colpito da un provvedimento di espulsione dal territorio italiano. Per questo è finito nei guai il proprietario di una paninoteca ambulante di origine egiziana a Ciriè, comune del Torinese.

La situazione è emersa nell’ambito del consueto controllo del territorio, nei giorni scorsi: gli uomini della Guardia di Finanza di Torino ha controllato la paninoteca ambulante, gestita da un egiziano di 33 anni residente nel capoluogo piemontese, accertando la presenza di un lavoratore non in regola, anche lui egiziano, addetto alla preparazione degli alimenti ed alla loro somministrazione al pubblico.

Gli approfondimenti eseguiti dai Finanzieri della Tenenza di Lanzo Torinese hanno appurato che l’egiziano era già gravato da un provvedimento di espulsione dal territorio italiano. I militari, quindi, hanno notificato all’egiziano, l’ordine di espulsione dal territorio nazionale emesso dal Questore di Torino.

Le Fiamme Gialle, oltre a comminare le sanzioni amministrative per il lavoro nero, hanno anche denunciato alla Procura della Repubblica di Ivrea il titolare della paninoteca per le violazioni al Testo Unico sull’Immigrazione; rischia la reclusione sino a tre anni e sanzioni per 5.000 euro. 

rg

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore