/ Cronaca

Cronaca | 16 ottobre 2018, 08:00

Torino, la vigilanza non apre e i pittori restano chiusi fuori dalla Tesoriera

Disagi, domenica mattina, per l'apertura ritardata dei cancelli della villa reale di Corso Francia; la situazione si è risolta dopo più di due ore grazie a una chiamata al numero verde della vigilanza.

Torino, la vigilanza non apre e i pittori restano chiusi fuori dalla Tesoriera

Sgradito fuori programma, domenica mattina, per gli avventori del parco e della villa Tesoriera in Corso Francia a Torino: l'apertura dei cancelli, solitamente fissata per le 7, è infatti slittata di più di due ore a causa del mancato passaggio dell'azienda incaricata, ritardando l'inizio della mostra di pittura prevista nella giornata.

A segnalare la situazione è stata Federica Fulco del Comitato Torino in Movimento: “Alle 9.30 – spiega - sia il parco che l'area cani, che di solito vengono aperti insieme, erano ancora chiusi, costringendo espositori e residenti ad aspettare fuori; proprio per questo ho anche avvisato il presidente della Circoscrizione 4 Cerrato. I presenti hanno dovuto chiamare il numero verde per poter entrare: si tratta di una situazione incredibile dato che, spesso, il parco viene anche chiuso troppo tardi”

Cerrato, dal canto suo, ha chiarito a chi spetta la competenza sull'apertura e sulla chiusura dell'area: “Il servizio – commenta - è stato affidato dal Comune di Torino, per mancanza di fondi, ad un'azienda di vigilanza esterna, che domenica ha sbagliato orario”.

Marco Berton

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium