/ torinoggi.it

torinoggi.it | 05 novembre 2018, 08:45

“A regola d’arte”: i giovani artisti del liceo “Passoni” espongono al Borgo Medievale [FOTO]

Una mostra rinnovata e più ampia rispetto al precedente allestimento di Palazzo Civico, a ingresso libero fino all’8 novembre

“A regola d’arte”: i giovani artisti del liceo “Passoni” espongono al Borgo Medievale [FOTO]

Fino all’8 novembre la suggestiva cornice del Salone San Giorgio e della Sala Ozegna nel Borgo Medievale di Torino ospita la mostra allestita dal liceo artistico “Aldo Passoni”. “A regola d’arte” è un progetto espositivo già proposto lo scorso maggio a Palazzo Civico. In questa nuova edizione si presenta ampliato e rinnovato, con il coinvolgimento di più discipline figurative e una selezione di opere che fanno risaltare le abilità tecniche dei ragazzi unita alla fantasia e reinterpretazione dei soggetti raffigurati.

I manufatti sono stati realizzati seguendo due parole chiave fondamentali: "regola", intesa come principio fondamentale attraverso cui si dà struttura alle idee; e "arte", quale principio costitutivo della libera creatività.

Il progetto si propone di mettere in scena le buone pratiche formative dei ragazzi, evidenziando tutti gli aspetti operativi, artigianali ed espressivi, consentendo agli studenti di presentarsi al proprio territorio come futuri artisti e promotori di operazioni creative.

Gli allievi delle classi quarte e quinte (indirizzo “Opere pittoriche”), condotti nel loro percorso dai professori Giorgio Billia e Luciano Gaglio, hanno seguito anche la preparazione dell’allestimento al Borgo.

I partecipanti hanno sfruttato le buone pratiche creative apprese nel Dipartimento di Discipline plastiche e scultoree, diventando in prima persona interpreti di quella cultura dell’arte che trova nell’artigianalità la sua più concreta rappresentazione, in un percorso di crescita formativa.

Quando un anno e mezzo fa ci siamo chiesti se fosse possibile aprire alla cittadinanza le porte dell’istituto – ha detto il vicepresidente del consiglio comunale Enzo Lavolta, presente all’inaugurazione – abbiamo visto un sogno diventare realtà, prendendo forma. La nostra società ha bisogno di questi giovani artisti e della bellezza che sanno trasmettere. È uno strumento per allontanare l’odio”.

Le opere esposte saranno visibili fino a giovedì dalle 9 alle 17.

Manuela Marascio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium