/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | giovedì 08 novembre 2018, 13:22

Entra in ospedale per rifornire di droga un paziente: arrestato al San Giovanni Bosco

L'uomo, italiano, aveva anche minacciato gli infermieri

Entra in ospedale per rifornire di droga un paziente: arrestato al San Giovanni Bosco

È entrato in ospedale al San Giovanni Bosco per rifornire di droga un paziente. A denunciarlo, lo scorso 28 ottobre, è stato il personale infermieristico che ha raccontato alla polizia di aver ricevuto minacce. Lui, un italiano, si era introdotto all’interno di una camera per far visita a una persona ricoverata. Lì era stato sorpreso a rifornire di metadone un paziente francese di 61 anni, ricoverato per un’infezione contratta proprio in relazione al suo stato di tossicodipendenza, al quale aveva lasciato anche una quindicina di siringhe, occultandole fra le lenzuola. Il degente, subito dopo la visita dell’amico, era caduto in uno stato di profondo torpore: analisi effettuate nell’immediato avevano accertato la assunzione di cocaina, metadone, oppiacei.

Gli accertamenti condotti nelle ore successive dal personale del commissariato Barriera Milano hanno consentito di individuare ed intercettare l'uomo, il 2 novembre, mentre si trovava nuovamente all’interno della struttura. L'uomo, 48 anni, fermato con la scusa di un controllo, ha tentato di disfarsi di un flacone di metadone con l’etichetta strappata e resa illeggibile e di altri 2 involucri termosaldati di colore bianco. Addosso gli è stata trovata la somma di 280 euro in contanti nascosti all’interno del calzino sinistro e di altri 185 euro custoditi nel portafoglio. L’uomo, che ha opposto una vivace resistenza all’arresto per cessione di sostanza stupefacente, è stato anche denunciato per le minacce commesse ai danni del personale dell’ospedale, per la ricettazione del metadone e per resistenza a pubblico ufficiale.

Daniele Angi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore