/ Viabilità e trasporti

Che tempo fa

Cerca nel web

Viabilità e trasporti | giovedì 08 novembre 2018, 15:35

Concessioni autostradali: al voto l’odg di LeU per la gratuità dei pedaggi sull’area della tangenziale

Il consigliere regionale Grimaldi: "A lungo i torinesi hanno pagato il pedaggio per l’accesso alla Tangenziale di Torino per sostenere le spese degli investimenti. Ormai gli utili sono consolidati"

Concessioni autostradali: al voto l’odg di LeU per la gratuità dei pedaggi sull’area della tangenziale

Martedì prossimo, l’ordine del giorno di Liberi e Uguali sul rinnovo delle concessioni autostradali sarà il primo documento in votazione in aula, dopo l’approvazione – la scorsa settimana – della delibera sull’attuazione del Titolo V della Costituzione “per il riconoscimento di un'autonomia differenziata della Regione Piemonte".

L’atto vuole intervenire per una maggiore tutela del territorio prima ancora che il governo conceda alla Regione l'autonomia su questi aspetti, e prende le mosse dalla mozione del 23 gennaio scorso, presentata da LeU, che indicava “Nuovi criteri per il rinnovo delle concessioni autostradali a tutela dei territori”.

“A lungo i torinesi hanno pagato il pedaggio per l’accesso alla Tangenziale di Torino per sostenere le spese degli investimenti. Ormai gli utili sono consolidati e consentono pienamente di sostenere la manutenzione dell’infrastruttura” – dichiarano Marco Grimaldi, Silvana Accossato e Valter Ottria. – “Per questo chiediamo la gratuità dei pedaggi su tutta l’area della tangenziale: i territori hanno già pagato ampiamente l’investimento iniziale ed è ora di sollevarli di questo peso”.

“In generale, molte concessioni in essere sono state prorogate per anni senza alcuna verifica di mercato e i nuovi criteri di affidamento dei tratti autostradali devono tenere conto la ripartizione degli utili nei territori su cui sono generati” – aggiungono i consiglieri di LeU.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore