/ torinoggi.it

torinoggi.it | 09 novembre 2018, 08:49

Insulti a Down e anziani: UIL Pensionati Piemonte chiede le dimissioni di Rocco Casalino

La cooperativa Chicco Cotto: "Noi la nostra responsabilità ce la prendiamo, accettando tutte le diversità e tutti gli handicap per concretizzare una società più giusta"

Insulti a Down e anziani: UIL Pensionati Piemonte chiede le dimissioni di Rocco Casalino

Di seguito il comunicato stampa di UIL dopo il video divulgato recentemente che vede protagonista Rocco Casalino, nel 2004, mentre dichiara il proprio "fastidio" nei confronti di anziani e down.

"Queste affermazioni sono le ultime di una serie di gravi attacchi, provenienti da esponenti di rilievo del Movimento 5 Stelle, sulle persone con disabilità. Ha iniziato Grillo a deridere le persone con la sindrome di Asperger e le persone autistiche, adesso Casalino dichiara che gli fanno senso e schifo le persone con la Sindrome di Down". 

“Chiedo, in qualità di responsabile dell’Ufficio H della UIL Pensionati Piemonte, che il Premier Antonio Conte dia un segnale importante al mondo della disabilità, revocando immediatamente l’incarico a Rocco Casalino” dichiara Angelo Catanzaro, Responsabile Regionale Ufficio H UIL Pensionati Piemonte. 

Andrea Bonsignori, della cooperativa "Chicco Cotto", specializzata in inserimenti lavorativi di persone con disablità, aggiunge : "Mi domando come si possano anche solo fare degli esperimenti teatrali con determinati argomenti, visto che questa è la scusa che Rocco Casalino ha addotto, senza pero prendere le distanze dai contenuti. Mi domando come si possa accorrere a feste di compleanno (vere o presunte) di ragazzi disabili, dove i compagni abili non partecipano, se poi accettiamo che si diffonda nel web questo tipo di comunicazione che, purtroppo, ha la sua efficacia! Altrettanto efficace dovrebbe essere il far capire che di certe dichiarazioni ci si deve assumere la responsabilità e che questo è un dovere a prescindere, anche educativo. Noi, che ogni giorno lavoriamo per dare dignità e rispetto a queste persone svantaggiate, la nostra responsabilità ce la prendiamo, accettando tutte le diversità e tutti gli handicap per concretizzare una società più giusta. Non possiamo credere che per conservare una poltrona e il potere che rappresenta, si sia pronti a negare l’evidenza. I temi di un lavoro teatrale si scelgono; le scuse per un’affermazione sbagliata, anche se appartenente al passato, si porgono con la massima franchezza e onestà intellettuale”.

“Non possiamo accettare che una persona che riveste un ruolo pubblico e che ha fatto simili dichiarazioni (qualunque sia il contesto e il tempo in cui ciò è avvenuto) possa ricoprire un ruolo nella vita istituzionale del nostro Paese. Chiediamo al Presidente del Consiglio di allontanare Rocco Casalino per indegnità morale. Avere schifo di vecchi e persone down significa disprezzare cittadini che hanno diritto, al pari di tutti, di vedere riconosciuta la loro dignità. Per favore Presidente, rimuova il suo portavoce. Noi cittadini non meritiamo qualcuno che esprima pensieri di tale gravità e volgarità”, conclude Lorenzo Cestari, Segretario Generale Uil Pensionati Piemonte. 

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium