/ Cronaca

Cronaca | 17 novembre 2018, 14:38

Inseguiti dalla polizia dopo aver depredato negozio di cosmetica: due in manette

Il reato contestato è la rapina aggravata in concorso

Inseguiti dalla polizia dopo aver depredato negozio di cosmetica: due in manette

Nei giorni scorsi gli agenti del Commissariato “San Secondo” hanno effettuato un’attività dedicata al contrasto dei reati predatori effettuati soprattutto a bordo di mezzi pubblici e nei confronti di persone anziane. Durante il servizio di polizia, gli agenti, saliti a bordo del tram 4 alla fermata piazza della Repubblica angolo via Milano, hanno da subito posto l’attenzione su tre cittadini di etnia Rom, con atteggiamento altamente sospetto. Due di questi erano in possesso di grandi borse apparentemente vuote. Scesi in Via Milano angolo Via Bertola hanno successivamente raggiunto la profumeria Amoretti di Piazza Solferino. Gli operatori, senza averli mai persi di vista, hanno notato due dei tre uscire dal negozio con le borse “piene”. I soggetti sono stati immediatamente inseguiti e fermati, ma poco dopo uno di questi ha ingaggiato una colluttazione con un agente intervenuto colpendolo con calci, pugni e morsi causandogli escoriazioni alle braccia e dolori agli arti inferiori causati anche dalla caduta a terra, refertati con prognosi di 10 giorni. In questo modo l’uomo riusciva a guadagnarsi la fuga, ma l’operatore riusciva a recuperare la borsa con la refurtiva. Le borse, modificate in modo artigianale, con una schermatura antitaccheggio, contenevano complessivamente 13 pezzi tra confezioni di profumi e cosmetica depredati velocemente all’interno dell’esercizio commerciale per un valore complessivo di oltre 650 euro. Tutta la merca è stata riconsegnata al titolare del locale commerciale.

I due cittadini romeni di 31 e 32 anni, con precedenti specifici, sono stati arrestati per il reato di rapina aggravata in concorso. Il trentaduenne, trovato anche in possesso di un paio di forbici metalliche e di parti metalliche appuntite artigianalmente, è stato ulteriormente denunciato all’Autorità Giudiziaria per possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli e per porto di armi od oggetti atti ad offendere, oltre ad essere stato sanzionato amministrativamente per detenzione di sostanza stupefacente.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium