Leggi tutte le notizie di BACKSTAGE ›

Cronaca | giovedì 06 dicembre 2018, 16:30

Pinerolo, Bonafede: "Sportelli di prossimità anche dentro gli ospedali" (FOTO)

Il ministro della Giustizia ha partecipato all'inaugurazione della struttura presso l'ex tribunale di via Convento di San Francesco, vicino al giudice di pace, sull'onda di quello che già è nato a Moncalieri

Pinerolo, Bonafede: "Sportelli di prossimità anche dentro gli ospedali" (FOTO)

“Apriremo degli sportelli di prossimità anche negli ospedali, perché la giustizia deve essere vicina ai cittadini”. È l’annuncio che il Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede ha fatto durante la presentazione dell’Ufficio di prossimità di Pinerolo, inaugurato poco fa all’interno dei locali dell’ex Tribunale di via Convento di San Francesco 1, nella Palazzina B, dove c’è già il giudice di pace. Erano presenti anche la sindaca di Torino, Chiara Appendino e il governatore del Piemonte, Sergio Chiamparino.

Il Piemonte ha già un modello di Ufficio di prossimità, quello di Moncalieri, ma l’intenzione che ha espresso il presidente del Tribunale di Torino Massimo Terzi è andare oltre questa esperienza e potenziare le competenze. Oggi questi Uffici si occupano di tutele e amministrazioni di sostegno, ma “potrebbero occuparsi anche di problematiche abitative come gli sfratti, il sovraindebitamento, le crisi famigliari e ospitare centri antiviolenza e antiusura”.

“Pinerolo fa parte di un progetto sperimentale nazionale assieme a Genova e Firenze” ha spiegato il sindaco pinerolese Luca Salvai, che ha parlato di un esempio di “riavvicinamento di giustizia ai cittadini”. E Bonafede ha precisato come sia sua intenzione seguire questa linea e, nell’apertura di questo servizio, dare priorità ai centri più piccoli, che hanno patito la chiusura del Tribunale e gli accorpamenti.

“Il Piemonte è Regione pilota, insieme con Toscana e Liguria sul progetto sportello di prossimità dei tribunali italiani - ha detto Chiamparino -. Si tratta di una implementazione necessaria della riforma che ha riorganizzato le sedi dei tribunali anche in Piemonte e rappresenta un'esperienza interessante di integrazione tra giustizia e territorio. Mi piace poi che si rivolga in particolar modo alle fasce più deboli, penso agli anziani, che più hanno bisogno di strutture di riferimento a loro vicine. Aiuta a superare una visione della giustizia come chiusa nella sua torre di avorio”.

Nota di colore a margine, il Ministro è stato intervistato da “Le Iene” sull’esecuzione della sentenza Thyssenkrupp e, ribaltando i ruoli, ha anche inseguito i giornalisti per una precisazione.

Marco Bertello

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore