/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | venerdì 07 dicembre 2018, 15:15

Anche Rifondazione Comunista alla manifestazione No Tav: "In piazza anche contro Decreto Sicurezza Salvini"

Il vicepresidente di Sinistra Europea Paolo Ferrero. "Saremo in piazza con la val di Susa: si tratta di un'infrastruttura inutile come i trampolini di Pragelato e dannosa come il Vajont"

Anche Rifondazione Comunista alla manifestazione No Tav: "In piazza anche contro Decreto Sicurezza Salvini"

Ci sarà anche Rifondazione Comunista domani al corteo No Tav di Torino.

Una protesta ampia contro le "grandi opere inutili", come ha spiegato la parlamentare europea di Rifondazione Comunista GUE-NGL Eleonora Forenza, per poi annunciare che "in occasione della prossima sessione plenaria del Parlamento Europeo, in cui si voterà il bilancio, chiederemo alla commissione europea perché il Tav sia ancora inserito nell'elenco delle opere strategiche dato che siamo lontani dalla saturazione dell'attuale linea".

Secondo Forenza "siamo ancora in tempo per bloccare l'opera, anche perché dal lato francese hanno espresso perplessità". A spiegare le ragioni del No al Tav è il vicepresidente di Sinistra Europea Paolo Ferrero. "Saremo in piazza con la val di Susa perché è un'infrastruttura inutile - come i trampolini di Pragelato - e dannosa come il Vajont". Per Ferrero l'unica "opera che va fatta oggi in Italia è quella contro il dissesto idrogeologico".

Oltre alla contrarietà alla Torino-Lione, Rifondazione Comunista scenderà in piazza anche contro il Decreto Sicurezza di Matteo Salvini che, come spiega il segretario provinciale Ezio Locatelli, "restringe il diritto di protesta".

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore