Cultura e spettacoli
venerdì 14 dicembre 2018, 17:56

Premio Gianni Oberto 2018, proclamati i vincitori

Un premio per chi studia la cultura piemontese

Premio Gianni Oberto 2018, proclamati i vincitori

 

Valorizzare la storia e la tradizione culturale del Piemonte, premiando chi ne approfondisce con merito lo studio, è da sempre l’obiettivo del premio Gianni Oberto, istituito dall’omonimo Centro culturale in memoria dell’uomo politico che ricoprì anche l’incarico di presidente del Consiglio e presidente della Giunta regionale nella prima legislatura (1970-1975).

Il concorso è riservato ai laureati e laureate in discipline letterarie e umanistiche presso le Università piemontesi per tesi di laurea quadriennale, secondo il vecchio ordinamento, e magistrale, secondo il nuovo, e per le dissertazioni finali della laurea triennale, conseguite dal 1° gennaio 2014 al 26 ottobre 2018, relative alla letteratura italiana in Piemonte, alla letteratura in piemontese e nelle lingue minoritarie del Piemonte, alla cultura popolare in Piemonte e al teatro piemontese.

Le candidature e gli elaborati devono pervenire entro le ore 12 del 26 ottobre 2018 per raccomandata con ricevuta di ritorno o raccomandata a mano all’indirizzo della Biblioteca della Regione Piemonte, che ha sede a Torino in via Confienza 14 (orari: lunedì/giovedì 9-12.30 e 14-16 e venerdì 9-12.30.

Gli elaborati saranno esaminati e valutati da una Commissione composta da esperti scelti dal Centro Gianni Oberto, organizzatore del concorso, con sede presso il Consiglio regionale. Alla tesi prima classificata per la laurea magistrale sarà assegnato un premio di 1.200 euro, il diploma di attestazione e la pubblicazione, mentre alla seconda classificata verrà riconosciuto un premio di 1.000 euro e il diploma di attestazione. Un premio di 800 euro e il diploma di attestazione saranno infine assegnati all’elaborato giudicato vincitore per la laurea triennale.

Gianni Oberto Tarena, nato a Brosso, paese limitrofo a Ivrea (dove è morto nel 1980), fu avvocato e protagonista di primo piano della cultura e della politica piemontese dal 1950 a metà degli anni Settanta. Dal 1957 fino alla morte fu anche presidente del Parco del Gran Paradiso e fu tra i promotori del Salone della montagna.

Il Bando integrale del concorso è pubblicato al seguente indirizzo: http://www.cr.piemonte.it/web/per-il-cittadino/biblioteca-della-regione/centro-gianni-oberto

http://www.cr.piemonte.it/web/per-il-cittadino/biblioteca-della-regione/centro-gianni-oberto

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
SU