/ Gourmet

Che tempo fa

Cerca nel web

Gourmet | 19 dicembre 2018, 06:00

Mercoledì Veg: come cucinare il Gratin di zucca, porri speck e taleggio

Proseguono i MercoledìVeg di Ortofruit Italia con le ricette tratte da ilGolosario.it di Paolo Massobrio

Mercoledì Veg: come cucinare il Gratin di zucca, porri speck e taleggio

Un'interpretazione della zucca tradotta in un piatto stagionale cremoso e ricco di gusto che scalderà la vostra tavola anche durante le feste. Ecco la ricetta!

Gratin di zucca, porri, speck e taleggio

 

Ingredienti

700 g di zucca gialla compatta

300 g di patate

250 g di Taleggio o altro formaggio saporito che fonda bene

80 g di speck affettato

2 porri

60 g di burro

sale

 

Preparazione

Mondate i porri, lavateli, tagliateli a tronchetti lunghi 3-4 cm e divideteli in metà. Fateli cuocere al vapore o in una pentola per la cottura senz’acqua per circa 15 minuti e lasciateli intiepidire.

Eliminate la buccia e i semi della zucca, lavatela e tagliatela a fette spesse 4-5 mm.

Sbucciate le patate, tagliatele a fette spesse 6-7 mm e cuocetele a vapore, fino a metà cottura.

Tagliate le fette di speck in senso verticale in modo da ottenere dei rettangoli larghi quanto un dito.

Imburrate abbondantemente una pirofila per lasagne a bordo alto di circa 18x28 cm e formate uno strato di fette di zucca in modo da coprire completamente il fondo.

Salatela leggermente (tenete conto che il formaggio e lo speck sono già salati), coprite con uno strato di foglie di porro e fate cadere uniformemente da un pennello delle gocce di burro fuso.

Cospargete sopra metà dello speck e proseguite con uno strato di lamelle molto sottili di formaggio.

Proseguite allo stesso modo con un’altra sequenza di strati ripartendo con uno strato di patate e terminate con un ultimo strato di zucca. Irrorate la superficie della zucca con il burro rimasto e passate in forno caldo a 170°C per circa un’ora.

Negli ultimi 5 minuti di cottura cospargete la superficie della zucca con il formaggio rimasto tagliato a lamelle sottili.

 

Renata Cantamessa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium