/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | giovedì 10 gennaio 2019, 13:00

Chiamparino: "In Italia migranti equiparati a cose, tutta la comunità dovrebbe parlare di persone"

L'assessore regionale all'Immigrazione Monica Cerutti ha evidenziato di essere "contenta che 10 delle persone del Sea Watch arriveranno a Torino, accolte dalla Diocesi Valdese"

Chiamparino: "In Italia migranti equiparati a cose, tutta la comunità dovrebbe parlare di persone"

"Uno dei temi fondamentali di oggi - che indirettamente sta alla base delle ragioni per cui stiamo promuovendo il ricorso contro il Dl sicurezza - è che nel nostro paese c'è un linguaggio sui migranti che tende a equiparare queste persone a delle cose inanimate. Per questo trovo importante il messaggio e la narrazione di questa mostra." A dirlo è il Presidente Sergio Chiamparino, durante la premiazione in Regione dei fotografi, giornalisti e film-maker, che hanno lavorato all'esposizione "Exodos, rotte migratorie, storie di persone, arrivi, inclusione". La retrospettiva mira appunto a sensibilizzare sul tema delle migrazioni.

Il Governatore ha poi sottolineato che "si parla di ricollocazione, come si parlasse di colli merci. Questo meccanismo ha pervaso anche la migliore comunicazione." Secondo Chiamparino "tutta la comunità dovrebbe essere accomunata da un linguaggio che parla di persone e non di cose".

L'assessore regionale all'Immigrazione Monica Cerutti ha evidenziato di essere "contenta che questa premiazione avvenga nel giorno in cui si annuncia che 10 delle persone del Sea Watch arriveranno a Torino, accolte dalla Diocesi Valdese". Per l'assessore è il "segno di un Piemonte che accoglie e vuole dare un segnale di discontinuità".

"C'è un'Italia con ricucire la fiducia e attraverso questo lavoro stiamo provando a dargli voce", ha concluso Cerutti.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore