/ Economia e lavoro

Che tempo fa

Cerca nel web

Economia e lavoro | 10 gennaio 2019, 18:38

Anche i lavoratori dell'edilizia alzano la voce: "La costi-benefici è una farsa inaccettabile"

FenealUIL, FilcaCISL e FilleaCGIL: "Studio fatto da una commissione ideologica e non riconosciuta, costruita ad arte con l'obiettivo di fermare l'opera"

Anche i lavoratori dell'edilizia alzano la voce: "La costi-benefici è una farsa inaccettabile"

Anche i lavoratori dell'edilizia - forse quelli coinvolti più direttamente dall'intera questione - manifestano la loro preoccupazione sulla vicenda TAV. E lo fanno con un'unica voce, che raccoglie le tre sigle FenealUIL, FilcaCISL e FilleaCGIL del Piemonte, con i rispettivi rappresentanti Giuseppe Manta, Piero Tarizzo e Massimo Cogliandro.

In una nota congiunta, le tre sigle esprimono "grande preoccupazione per quanto appreso dalla stampa odierna in merito al risultato dell’analisi costi benefici sulla TAV Torino/Lione. Ormai è chiaro a tutti che l’analisi costi-benefici voluta dal Ministro alle infrastrutture Danilo Toninelli, affidata ad una commissione ideologica e non riconosciuta è una farsa inaccettabile, costruita ad arte con l’obiettivo di fermare l’opera".

"Al Governo - proseguono - ribadiamo che sono migliaia i lavoratori che aspettano l’inizio del cantiere per poter riprendere il lavoro. Fermare quest’opera sarebbe un danno non solo per i lavoratori ma significherebbe isolare il nostro territorio e danneggiarne l’economia".

Anche per loro, dunque, l'appuntamento è quello di sabato 12 gennaio alle 11,30 in Piazza Castello.

M.Sci

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium