/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | giovedì 10 gennaio 2019, 10:59

I Vangeli secondo De André ed Erri De Luca raccontano Maria a teatro

Stasera il nuovo spettacolo di Assemblea Teatro, "Vento leggero", che omaggia "La buona novella" del cantautore genovese a vent'anni dalla scomparsa, intrecciandola con "In nome della Madre" del celebre scrittore

Ph Claudio Massarente

Ph Claudio Massarente

"Lo chiameranno figlio di Dio, parole confuse nella mia mente, svanite in un sogno, ma impresse nel ventre": così cantava Fabrizio De André nella sua Buona novella raccontando l'infanzia di Maria, materia tratta da un'intensa lettura dei Vangeli Apocrifi. Testimonianze che, secondo il cantautore genovese, avevano "molti punti di contatto con l'ideologia anarchica", in un periodo caldo, il 1969, in cui infiammava la rivolta studentesca e i giovani immediatamente non compresero il senso di quelle canzoni a tema religioso. "Non avevano capito - dichiarò in seguito De André - che in effetti tutto l'album era un'allegoria del paragone fra le istanze migliori e più sensate della rivolta del '68 e istanze che un signore 1969 anni prima aveva fatto contro gli abusi del potere, contro i soprusi dell'autorità, in nome di un egalitarismo e di una fratellanza universali. Si chiamava Gesù di Nazaret e secondo me è stato ed è rimasto il più grande rivoluzionario di tutti i tempi". 

Oggi, a vent'anni dalla sua morte, Assemblea Teatro, che da tempo porta avanti un lavoro sui testi di Faber, presenta questa sera a Teatro Agnelli (ore 21, via Paolo Sarpi 111) il nuovo spettacolo Vento leggero, per la regia di Giovanni Boni e l'elaborazione drammaturgica di Renzo Sicco. In scena, Cristiana Voglino, Luca Occelli, Angelo Scarafiotti ed Elisa Aragno. Una pièce musicale che guarda alla Buona novella contaminandola con In nome della Madre di Erri De Luca. Anche lo scrittore napoletano, grande appassionato di lingua e storia ebraica, ha infatti raccontato l’intensità dell’incontro tra Maria e l’Angelo.

"Miscelando i loro lavori - spiegano gli autori di Assemblea Teatro - pare che si siano intesi per lavorare assieme, perché il percorso dell’uno chiarifica e arricchisce quello dell’altro affinché ancora oggi giunga a tutti, come un vento leggero, la buona novella".

Manuela Marascio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore