/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 11 gennaio 2019, 19:23

La Circoscrizione 7 di Torino: “No allo spostamento del suk”

“Non siamo stati interpellati”, lamentano dalla giunta di corso Vercelli 15. E lunedì 14 gennaio, in consiglio, si discuteranno due interpellanze in proposito

La Circoscrizione 7 di Torino: “No allo spostamento del suk”

La contrarietà della Circoscrizione 7 allo spostamento del mercato di libero scambio, che dal Canale dei Molassi, a Borgo Dora, si sposterà in via Carcano, a Vanchiglietta, riguarda principalmente il percorso che ha portato a questa decisione. “La Circoscrizione – si legge in una nota – non è stata interpellata in merito e ne è venuta a conoscenza a delibera ormai approvata”. Pur sottolineando la propria contrarietà “a quella tipologia di mercato”.

All’origine dello scontro c’è la situazione del quartiere Vanchiglietta. Non piace la collocazione di Barattolo, che si tiene in via Carcano ogni domenica, quindi non piace nemmeno lo spostamento del mercato analogo al sabato, sempre lì, dove, secondo la giunta della 7, gli stalli sono troppi. Per questo, ironicamente, la 7 parla di “regalo” ai cittadini di Vanchiglietta.

“Non si considerano le varie circolari che riguardano la fascia di rispetto cimiteriale – commenta Luca Deri, presidente della Circoscrizione 7 – né la direttiva del Ministero dell’Interno per la sicurezza per le manifestazioni pubbliche, vista la grande affluenza di espositori e visitatori. È una fonte di reddito parziale per le nuove povertà per le quali occorrono altre iniziative politiche di sistema”.

“La Circoscrizione ha proposto al Comune, nei mesi scorsi – aggiunge Michele Crispo, coordinatore al commercio della 7 – altre ipotesi per ridurre l’impatto delle attività del libero scambio, dalla obbligatorietà della certificazione ISEE per attestare lo stato di indigenza alla necessità di predisporre brevi corsi professionali per gli espositori”. Proposte che, accusa la giunta, non sono mai state prese in considerazione. “È indubbio – conclude Deri – che per i residenti di San Pietro in Vincoli la situazione non fosse più tollerabile, ma è altrettanto vero che ora i disagi si sposteranno di un paio di chilometri”.

E intanto, al prossimo consiglio utile, quello del 14 gennaio, saranno discusse due interpellanze, proposte dal centrosinistra e dal centrodestra, mentre la sindaca, Chiara Appendino, è stata invitata a partecipare a un consiglio aperto sul tema. Nel frattempo restano contrari allo spostamento anche gli operatori del cosiddetto “suk” di Canale dei Molassi, che lunedì 7 gennaio si sono riuniti in assemblea e che questa mattina si sono ritrovati davanti al Municipio per una manifestazione di protesta.

Domani, sabato 12 gennaio, alle ore 11 è prevista una nuova manifestazione al Canale dei Molassi.

Paolo Morelli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium