/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | 12 gennaio 2019, 13:53

I no Tav attaccano le "madamin": "Piazza del flash mob riempita per campagna elettorale"

"La presenza di tanti politici - aggiungono i No Tav - in piazza, da Chiamparino alla Lega, passando da Forza Italia, dimostra come il tema sia solo un volano per proseguire con le politiche assurde portate avanti fin qui"

I no Tav attaccano le "madamin": "Piazza del flash mob riempita per campagna elettorale"

"La manifestazione Sì Tav di oggi toglie l'ultimo velo alla bontà della "spontaneità della mobilitazione delle madamin". Una piazza riempita per campagna elettorale, disinformata e utile solo a legittimare un ennesimo spreco di denaro pubblico." Così i No Tav, in una nota, commentano il flash mob a sostegno della Torino-Lione promosso questa mattina in piazza Castello da "Sì, Torino va avanti" e dall'ex sottosegretario ai Trasporti Mino Giachino. 

"La presenza di così tanti politici - aggiungono i No Tav - in piazza, da Chiamparino alla Lega, passando da Forza Italia, dimostra come il tema Tav sia solo un volano per proseguire con le politiche assurde portate avanti fin qui che ci hanno dimostrato come basti un temporale per rischiare di morire nelle nostre regioni". Per gli attivisti contrari all'opera l'ipotesi referendum sulla Torino-Lione serve "solo a legittimare il sistema delle grandi opere che ha già fatto troppi danni fin qui".

"Se l'analisi costi benefici fosse stata positiva - aggiungono i no Tav - non si sarebbero stracciati le vesti chiedendo un referendum ma avrebbero accettato tranquillamente uno studio che come l'unico esistente e datato, si fonda su previsioni trasportistiche e di spesa palesemente taroccate per giustificare un' opera inutile e giustificare la costruzione di una nuova linea quando non ce ne sarebbe bisogno".

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium