/ Cronaca

Cronaca | 19 gennaio 2019, 07:14

Omicidio all'ex Moi: CasaPound manifesta in strada con i residenti

La protesta è scoppiata ieri sera, dopo il ritrovamento del cadavere di un nigeriano

Omicidio all'ex Moi: CasaPound manifesta in strada con i residenti

Da ieri, venerdì 18 gennaio, è alta la tensione all'ex Moi, dove nel pomeriggio è stato ritrovato il cadavere assassinato di un nigeriano col cranio fracassato in una delle palazzine dell'ex villaggio olimpico in viale Giordano Bruno, probabilmente per una resa di conti.

Tra i primi a prendere posizione e a intervenire sul luogo ci sono stati i militanti di CasaPound, che hanno protestato insieme ai residenti. “Non abbiamo esitato a rispondere all'appello disperato dei residenti”, ha commentato il responsabile provinciale Matteo Rossino, “da anni chiediamo senza sosta lo sgombero totale di queste palazzine, ricettacolo di spaccio, droga e violenze di ogni genere".

Marco Racca, coordinatore regionale del movimento, rincara la dose: “L'ex Moi è una bomba a orologeria pronta a esplodere in ogni momento, come testimoniano i fatti di oggi. L'elenco dei crimini accaduti negli anni ricorda un bollettino di guerra. Ci chiediamo fino a che punto dobbiamo arrivare prima che la giunta comunale si decida a intervenire con un drastico intervento di sgombero”.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium