/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | 21 gennaio 2019, 18:13

Torino: Pisano ancora assessore all'anagrafe, ma il grillino Curatella non la "sostiene"

Nuova frattura tra giunta e maggioranza. Anche se la capogruppo difende l'operato della Pisano e le conferma la fiducia del M5S

Torino: Pisano ancora assessore all'anagrafe, ma il grillino Curatella non la "sostiene"

Paola Pisano sarà ancora assessore all'anagrafe del Comune di Torino, ma il consigliere del M5S Aldo Curatella non vota contro l'atto della Lega che chiedeva il ritiro delle delega. È sicuramente questo il dato politico più importante emerso oggi dal Consiglio comunale, che ben evidenzia come all'interno dell'amministrazione Appendino ci siano ancora delle distanze tra giunta e maggioranza.

Crepe che nel corso di questi anni hanno sicuramente favorito l'estromissione dall'esecutivo prima di Stefania Giannuzzi e poi di Federica Patti. Il capogruppo della Lega Fabrizio Ricca ha presentato oggi in Sala Rossa una mozione che chiedeva al sindaco Chiara Appendino di individuare un assessore diverso a cui affidare la delega all'anagrafe, dopo i disservizi degli scorsi mesi legati in particolare all'emissione della carta di identità elettronica.

La capogruppo del M5S Valentina Sganga ha difeso l'operato di Pisano, confermandole la fiducia. Un attestazione di stima confermata da tutta la maggioranza ad eccezione del pentastellato Aldo Curatella che, anziché votare contro la mozione, ha preferito astenersi. Non è la prima volta che il Presidente della commissione Smart City non concorda sulle modalità di gestione seguite nell'ultimo anno da Pisano. A fine settembre aveva sottoscritto insieme ad altri cinque colleghi e ai capigruppo delle opposizioni un'interpellanza generale che si intitolava "Identità virtuale, disagio reale di lavoratori e cittadini: è questa l'innovazione?".

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium