/ Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 23 gennaio 2019, 18:52

Torino si racconta su Raiuno

Nella puntata di domenica 27 gennaio di "Paesi che vai...", in programma alle 9.40

Torino si racconta su Raiuno

Domenica 27 Gennaio, alle 9 e 40 su Rai 1, “Paesi che vai” arriva a Torino, capoluogo della regione Piemonte, e cuore di un’area metropolitana che conta quasi 2.000.000 di abitanti. Considerata una delle maggiori capitali del Barocco, è soprannominata anche la “città dei 4 fiumi”. Il Po, la Doria Riparia, la Stura e il Sangone infatti, sono i fiumi che costeggiano il centro di questa incantevole città.

Antica capitale del Regno sabaudo, culla del Risorgimento e teatro di grandi eventi storici, fu definita da Charles Montesquieu “piccola e ben costruita. Il più bel villaggio del mondo!”. Fondata attorno al III secolo a.C. con il nome di Taurasia, la città visse una delle sue più importanti trasformazioni sotto il Regno dei Savoia che, nel 1280, la conquistarono.

Livio Leonardi, ideatore e conduttore del programma, ci porterà sulle tracce della nobile dinastia sabauda, ed entrerà nelle Regge, nei Castelli e nelle Ville che furono le loro residenze. Maestosi edifici, costruiti tra il XVI e il XVIII secolo, per lo svago e il divertimento dei Duchi, che circondavano e incorniciavano idealmente la città con la loro bellezza, e che, per questo, erano chiamati “Corona di delizie”. Auliche dimore che, nel 1997, sono state inserite nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco.

Curiosando tra le eccellenze del territorio, con Livio Leonardi visiteremo il suggestivo territorio delle Langhe e degusteremo dei piatti a base di un vino tipico di questa zona: il barolo. Entreremo poi in un laboratorio che produce alcuni cioccolatini molto particolari… del resto, la lunga storia d’amore tra Torino e il “cibo degli dei”, inizia nel 1560 quando, per festeggiare il trasferimento della capitale Ducale da Chambery a Torino, Emanuele Filiberto di Savoia decise di offrire simbolicamente alla città una fumante tazza di cioccolata. E da allora questo “legame” non si è più interrotto! 

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium