/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | 28 gennaio 2019, 15:25

Gli appuntamenti organizzati dalla Fondazione Torino Musei

Nella settimana che va dall'1 al 7 febbraio

Gli appuntamenti organizzati dalla Fondazione Torino Musei

VENERDI 1 FEBBRAIO

Venerdì 1 febbraio 2019 ore 16.30

IL GIAPPONE SULLA PELLE. Storia e iconografia del tatuaggio giapponese

MAO – Visita alla mostra TATTOO e alla Galleria Giapponese con aperitivo-degustazione

(riservata Abbonati)

A cura del Theatrum Sabaudiae

Un itinerario dedicato al tema della pratica del tatuaggio in Giappone a partire dalla mostra temporanea TATTOO. L’arte sulla pelle che presenta al pubblico i molti aspetti di questa suggestiva forma d’arte.

Spesso conosciuto unicamente come tratto distintivo degli affiliati alla Yakuza, la mafia giapponese, il tatuaggio in Giappone ha origini antiche e composizione e funzione sono mutate nel tempo.

In mostra se ne ammirerà l’espressione artistica grazie alle fotografie di Felice Beato, che contribuirono a svelare all’Occidente il Giappone della seconda metà del XIX secolo, e alle più recenti immagini dei lavori del celebre maestro tatuatore giapponese Horiyoshi III Sensei.

Si osserverà inoltre come le opere di alcuni grandi artisti dell'ukiyo-e quali i disegni di Hokusai, le illustrazioni di Kuniyoshi dei 108 eroi del Suikoden, i 47 Rōnin di Yoshitoshi, influirono significativamente sulla diffusione del tatuaggio in Giappone e sul repertorio iconografico utilizzato in questa arte.

La visita proseguirà nella galleria dedicata alla produzione artistica del Giappone dove, attraverso l’analisi delle opere della collezione permanente, sarà possibile approfondire e contestualizzare l’iconografia di alcuni dei motivi ricorrenti ritratti nei tatuaggi, generalmente appartenenti ad una gamma di immagini simboliche come animali mitici o figure del pantheon buddhista.

A seguire si proseguirà con un itinerario gastronomico presso il Kensho Restorant, dove sarà servito un aperitivo – degustazione composto da un misto di roll, nigiri e gunkan accompagnato da sakè e da una breve spiegazione delle ricette.

Costo: € 25 + biglietto di ingresso cumulativo

Info e prenotazioni t. 011.5211788, prenotazioniftm@arteintorino.com

SABATO 2 FEBBRAIO

Sabato 2 febbraio 2019 ore 16.00

L'ARTE DEI PITTORI MACCHIAIOLI.

GAM - Visita guidata per singoli alla mostra

(tutti i sabati alle 16.00 e tutte le domeniche alle 11.30 e alle 16.00 - prenotazioni al numero TicketOne 011.0881178 attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00 e il sabato dalle 9.00 alle 13.00 attivo dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 17.00)

L’itinerario guidato alla mostra permette di illustrare la pittura macchiaiola, dalla sua stagione iniziale ai grandi capolavori degli anni Sessanta dell’Ottocento, attraverso numerose opere provenienti dai più importanti musei italiani, enti e collezioni private. Il racconto prende avvio dalla formazione accademica dei protagonisti, attraverso le opere romantiche e puriste di Giuseppe Bezzuoli e Luigi Mussini, ma anche dei giovani e futuri macchiaioli quali Silvestro Lega, Giovanni Fattori, Cristiano Banti e Odoardo Borrani. L’interesse al rinnovamento dei linguaggi figurativi, che trovò uno dei suoi focolari presso i frequentatori del Caffè Michelangiolo nella Firenze nella metà Ottocento e l’affermazione della “macchia”, presso l’esposizione di Torino alla Promotrice di Belle Arti prima e all’Esposizione nazionale di Firenze del 1861 dopo, permettono di soffermarsi sulla sperimentazione del colore e della luce condotte en plein air da questi artisti, applicata ai soggetti storici e di paesaggio. A far rivivere il clima dell’epoca la descrizione degli ambienti in cui amavano realizzare le loro opere: dalle movimentate estati a Castiglioncello, presso la tenuta Martelli, ai pomeriggi autunnali di Piagentina periferia al riparo dalle trasformazioni della Firenze moderna.

Costo visita guidata: 6€ a persona comprensivo di radioguida

Costi aggiuntivi: biglietto d'ingresso alla mostra secondo regolamento mostra; gratuito per i possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte e Torino Card

www.gamtorino.it

 

Sabato 2 febbraio 2019 ore 15.30

VITA DA REGINA

Palazzo Madama – visita teatrale agli appartamenti di Madama Reale

Palazzo Madama offre al suo pubblico un incontro straordinario con la seconda Madama Reale: Maria Giovanna Battista di Savoia-Nemours guida gli ospiti alla scoperta del palazzo in un’esperienza affascinante tra teatro, arte e sogno, in cui racconta la storia della sua lunga vita, il ritmo dei suoi impegni quotidiani, le sue passioni politiche e l’amore per l’arte e la bellezza.

Nel museo torinese il teatro invade le sale e trasforma una visita guidata in una performance, in cui divertimento e conoscenza si fondono.

“Secondo voi Juvarra sarebbe riuscito a creare tutto questo senza la forza della mia immaginazione? Senza la mia visione: una luce nuova, immensa e regale che doveva abbracciare e trasformare le meste piccole stanze del vecchio castello?”, racconta la Madama Reale, mentre accompagna gli ospiti lungo lo Scalone di Filippo Juvarra e nel percorso che si snoda nella Sala Guidobono, Torre Tesori, Sala Quattro Stagioni e Camera di Madama Reale. Il mondo della madama viene svelato: dall’arte della caccia al significato simbolico dell’ermellino, dal tema del tempo agli affreschi che la raffigurano sul soffitto, fino alla neve e alle corse in slitta in Piazza Castello.

Arricchiscono la rappresentazione un abito cucito interamente a mano e gioielli realizzati sulla base di due dipinti risalenti al 1665 circa, che ritraggono Maria Giovanna Battista nei termini più rappresentativi del suo ruolo di regnante.

Il percorso è stato realizzato in collaborazione con l’Associazione Culturale Barbari Invasori di Torino con la sceneggiatura e la regia di Walter Revello.

Nata a Parigi, Maria Giovanna Battista si trasferisce a Torino nel 1665, a ventun’anni, in seguito al matrimonio con il duca Carlo Emanuele II di Savoia. Nel 1675, rimasta vedova e con il figlio Vittorio Amedeo II di appena nove anni, assume la reggenza dello Stato, ponendo particolare attenzione allo sviluppo della cultura durante tutto il periodo del suo governo. Al compimento della maggiore età del figlio e al passaggio del potere nelle sue mani, la duchessa trasferisce la propria residenza e la sua corte nel castello di Torino, avviando gli ammodernamenti del piano nobile e poi, nel 1714, affidando a Filippo Juvarra la realizzazione della grandiosa nuova scala.

Nessuno meglio della “padrona di casa” può dunque svelare i segreti del palazzo.

Costo: percorso teatrale € 10 + biglietto di ingresso alla mostra (ingresso gratuito alla mostra per possessori di Abbonamento Musei e Torino Card).

Info e prenotazioni: www.ilbabi.it  t. 3518150719

 

Sabato 2 febbraio 2019 ore 11

RICAMI DI CARTA

MAO - Workshop

In occasione del Chunjie, la Festa di Primavera meglio nota in Occidente come Capodanno Cinese, il MAO Museo d’Arte Orientale saluta il nuovo anno, l’Anno del Maiale, con la mostra RICAMI DI CARTA - Un’antica arte cinese patrimonio immateriale dell’umanità e sabato 2 febbraio alle 11 un workshop per adulti dedicato appunto all’arte delle carte ritagliate organizzato dall'Istituto Confucio dell'Università di Torino. Nel corso del Workshop RICAMI DI CARTA le artiste Chu Chunzhi e Xi Xiaoqin, i cui lavori sono esposti al MAO, illustreranno peculiarità e modalità di realizzazione di questi manufatti, dall’aspetto apparentemente ingenuo e naïf, che testimoniano di una pratica artigianale raffinata e antichissima, pratica che dal 2006 è inclusa tra le forme di arte popolare diventate patrimonio immateriale dell’umanità. Guidati dalle esperte maestre, i partecipanti avranno la possibilità di cimentarsi nella creazione della propria opera di carta intagliata.

Proseguono i festeggiamenti domenica 3 febbraio alle 16 con una attività per famiglie che prevede la realizzazione di un drago, elemento essenziale che accompagna questa festa.

Costo workshop: € 5 a partecipante.

Info e prenotazioni: Prenotazione consigliata t. 011.4436999; senza prenotazione è possibile partecipare fino a esaurimento posti disponibili.

 

 

DOMENICA 3 FEBBRAIO

 

Domenica 3 febbraio 2019 ore 15.30

MADAME REALI: CULTURA E POTERE DA PARIGI A TORINO

Palazzo Madama – visita guidata alla mostra

Fra il 1619 e il 1724 due donne imprimono un forte sviluppo alla società e alla cultura artistica dello Stato dei Savoia: Cristina di Francia (Parigi 1606 – Torino 1663), sposa di Vittorio Amedeo I di Savoia, e Maria Giovanna Battista di Savoia Nemours (Parigi 1644 – Torino 1724), sposa di Carlo Emanuele II. Entrambe si fregiano del titolo di “Madama Reale”, assunto da Cristina in quanto figlia del Re di Francia e usato, dopo di lei, da Maria Giovanna Battista e dalle duchesse di Savoia fino all’acquisizione del titolo regio nel 1713.Cristina e Maria Giovanna Battista sono protagoniste emblematiche della storia europea ed esercitano il potere, declinato al femminile, per affermare e difendere il proprio ruolo e l’autonomia del loro Stato. Le azioni politiche e le committenze artistiche delle Madame Reali testimoniano la ferma volontà di fare di Torino una città di livello internazionale, in grado di dialogare alla pari con Madrid, Parigi e Vienna.

Costo: € 5 + biglietto di ingresso alla mostra (ingresso gratuito alla mostra per possessori di Abbonamento Musei e Torino Card).

Info e prenotazioni: t. 011 5211788 prenotazioniftm@arteintorino.com

 

Domenica 3 febbraio 2019 ore 14.30

TRA CIELO E TERRA

GAM - attività per famiglie

I macchiaioli. Arte italiana verso la modernità offre l’occasione per conoscere gli antefatti, la nascita e la stagione iniziale della pittura macchiaiola, aspetti centrali della mostra. La GAM valorizzerà il dialogo artistico tra Toscana, Piemonte e Liguria nella ricerca sul vero, ma fu a Firenze che i giovani frequentatori del Caffè Michelangiolo misero a punto la ‘macchia’. Giovedì pomeriggio bambini e adulti potranno esplorare insieme la mostra, con un percorso dedicato alle famiglie e osservare una selezione di opere dei maggiori esponenti del gruppo toscano in cui è ben visibile l’utilizzo della pittura a macchia come mezzo per comunicare il loro desiderio di rinnovamento. Partendo da queste suggestioni, in laboratorio, i partecipanti potranno sperimentare una divertente prova creativa eseguita con sabbie, carte e colori assemblati sulla lavagna luminosa, per poi realizzare dipinti con elementi naturali dal formato e dallo stile macchiaiolo.

È gradita la prenotazione entro venerdì 1 febbraio.

Tutti gli spazi sono accessibili.

Costo attività: bambini € 7 per laboratorio + biglietto famiglia

Info: Dipartimento Educazione GAM tel.011 4429690. Prenotazioni: 011-4436999 (lun-ven ore 9-13 e 14-16)

didattica@fondazionetorinomusei.it

 

Domenica 3 febbraio 2019 ore 11.30 e ore 16.00

L'ARTE DEI PITTORI MACCHIAIOLI.

GAM - Visita guidata per singoli alla mostra

(tutti i sabati alle 16.00 e tutte le domeniche alle 11.30 e alle 16.00) - prenotazioni al numero TicketOne 011.0881178 attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00 e il sabato dalle 9.00 alle 13.00 attivo dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 17.00)

L’itinerario guidato alla mostra permette di illustrare la pittura macchiaiola, dalla sua stagione iniziale ai grandi capolavori degli anni Sessanta dell’Ottocento, attraverso numerose opere provenienti dai più importanti musei italiani, enti e collezioni private. Il racconto prende avvio dalla formazione accademica dei protagonisti, attraverso le opere romantiche e puriste di Giuseppe Bezzuoli e Luigi Mussini, ma anche dei giovani e futuri macchiaioli quali Silvestro Lega, Giovanni Fattori, Cristiano Banti e Odoardo Borrani. L’interesse al rinnovamento dei linguaggi figurativi, che trovò uno dei suoi focolari presso i frequentatori del Caffè Michelangiolo nella Firenze nella metà Ottocento e l’affermazione della “macchia”, presso l’esposizione di Torino alla Promotrice di Belle Arti prima e all’Esposizione nazionale di Firenze del 1861 dopo, permettono di soffermarsi sulla sperimentazione del colore e della luce condotte en plein air da questi artisti, applicata ai soggetti storici e di paesaggio. A far rivivere il clima dell’epoca la descrizione degli ambienti in cui amavano realizzare le loro opere: dalle movimentate estati a Castiglioncello, presso la tenuta Martelli, ai pomeriggi autunnali di Piagentina periferia al riparo dalle trasformazioni della Firenze moderna.

Costo visita guidata: 6€ a persona comprensivo di radioguida

Costi aggiuntivi: biglietto d'ingresso alla mostra secondo regolamento mostra; gratuito per i possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte e Torino Card

www.gamtorino.it

 

Domenica 3 febbraio ore 16

FESTEGGIAMO INSIEME IL CAPODANNO CINESE

MAO – Attività per famiglie

I Servizi Educativi del MAO propongono Festeggiamo insieme il Capodanno cinese, una allegra attività per famiglie. Dopo una visita alla galleria del Museo dedicata alla Cina, seguirà un divertente laboratorio nel quale verranno realizzati simpatici draghi utilizzando materiali di recupero, cartoncini colorati, frange di abiti e quinte teatrali, palline di plastica e fiocchi polistirolo. Appuntamento adatto ai bambini di tutte le fasce d’età accompagnati da mamma e papà.

Costo: bambini ingresso gratuito + € 7 per l’attività; adulti accompagnatori ingresso ridotto alle collezioni € 8 (gratuito con Carta Musei)

Prenotazione consigliata t. 011.4436999 entro le ore 15 del venerdì precedente

 

 

MARTEDI 5 FEBBRAIO

 

Martedì 5 febbraio 2019 dalle ore 10 alle 13.30

TATTOO. L'ARTE SULLA PELLE...IN SICUREZZA. ISTRUZIONI PER L’USO. Rischi, prevenzione, consapevolezza.

Mao - Convegno a cura dell’ISS, Istituto Superiore di Sanità di Roma in occasione della mostra TATTOO. L’arte sulla pelle

Relatori: Dr. Alberto Renzoni, Dr.ssa Antonia Pirrera in collaborazione con la Dr.ssa Manuela Agnello, Arpa Piemonte. (Attendiamo conferma di partecipazione di quest’ultima)

Argomenti trattati:

Il panorama dei tatuaggi in Italia - Identikit del tatuato

Quadro normativo e profilo del tatuatore

Le tipologie di tatuaggio. Focus sui tatuaggi con finalità mediche.

Gli inchiostri per tatuaggio: caratteristiche, problematiche e prospettive (se partecipa la Dr.ssa Agnello)

Implicazioni igienico-sanitarie, rischi e complicanze

Il ruolo dell'ISS nel diffondere consigli su precauzioni, accorgimenti e cautele

Gli inchiostri per tatuaggio: caratteristiche, problematiche e prospettive (Dr.ssa Manuela Agnello)

Aspetti relativi alle complicanze (Dr. Marco Fontana - Arpa Piemonte)

Ingresso libero fino esaurimento posti disponibili. Tagliandi omaggio in distribuzione a partire da mezz’ora prima dell’evento.

 

 

MERCOLEDI 6 FEBBRAIO

 

Mercoledì 6 febbraio 2019 – ore 17.00

RACCONTAMI UNA STORIA

Palazzo Madama – attività per bambini 5/10 anni

Quali personaggi misteriosi e animali fantastici popolano dipinti e sculture? Cerchiamoli! Sono i protagonisti di storie da ascoltare e inventare.

Costo: bambini € 7 per l’attività; accompagnatori: ingresso omaggio valido primo mercoledì del mese

Info e prenotazioni: da lunedì a venerdì, orario 9,30-13 e 14-16; tel. 011 4436999

madamadidattica@fondazionetorinomusei.it

 

 

Mercoledì 6 febbraio 2019 ore 18.00

COME NASCONO LE MOSTRE. RICERCHE, ARCHIVI, CONFRONTI

GAM – Sala Uno | Amici della Biblioteca d’Arte

Presentazione della mostra Madame Reali: cultura e potere da Parigi a Torino. Cristina di Francia e Giovanna Battista di Savoia Nemours (1619-1724)

Intervengono: Clelia Arnaldi di Balme e Paola Ruffino, curatrici della mostra, con Alessandra Giovannini Luca, funzionario storico dell'arte presso MiBACT - Polo Museale del Piemonte

Le curatrici presentano e illustrano al pubblico casi specifici di studio legati alla scelta delle opere in mostra.

Il percorso espositivo documenta la vita e le azioni di due donne che impressero un forte sviluppo alla società e alla cultura artistica nello stato sabaudo tra il 1600 e il 1700: Cristina di Francia (Parigi 1606 – Torino 1663) e Maria Giovanna Battista di Savoia Nemours (Parigi 1644 – Torino 1724). Due figure emblematiche della storia europea, che esercitarono il loro potere declinato al femminile per affermare e difendere il proprio ruolo e l’autonomia del loro Stato. Le azioni politiche e le committenze artistiche delle Madame Reali testimoniano la ferma volontà di fare di Torino una città di livello internazionale, in grado di dialogare alla pari con Madrid, Parigi e Vienna.

Con oltre 120 opere, tra dipinti, oggetti d’arte, arredi, tessuti, gioielli, oreficerie, ceramiche, disegni e incisioni, la mostra ripercorre cronologicamente la biografia delle due Madame Reali e racconta le parentele che le collegano alle maggiori case regnanti europee, le loro azioni politiche e culturali, le scelte artistiche per le loro residenze, le feste sontuose, la moda e la devozione religiosa. L’allestimento, progettato dall’architetto Loredana Iacopino, sviluppa un itinerario attraverso la vita di corte in epoca barocca, negli stessi ambienti in cui vissero le due dame, documentate non solo nella loro immagine politica, ma anche in quella più intima e femminile.

Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili

Info: amicibibliogam@gmail.com

 

GIOVEDI 7 FEBBRAIO

 

Giovedì 7 febbraio 2019 ore 17.30

IL SECOLO “ALLA MODA”: PIZZI, PARRUCCHE E PERLE SPARSE

Palazzo Madama – conferenza a cura di il Mulino

Relatore: Maria Giuseppina Muzzarelli, docente di Storia Medievale, Storia delle città, Storia del costume e della moda all’Università di Bologna

Con il Seicento siamo nel secolo “alla Moda”, come ha scritto Lampugnani nel 1648, nel secolo dei modanti o modeggianti, delle ingombranti gorgiere che isolano il capo dal resto del corpo e dei pizzi elaborati e finissimi. Pizzi che fanno sognare e danno lavoro a impeccabili artigiani. Siamo nell’età degli eccessi, ma anche della piena consapevolezza del fenomeno della moda. Nel secolo delle prime parrucche e di perle sparse: in testa, al collo, sugli abiti, sugli accessori. Siamo nel secolo che ha inventato la parola moda e nel quale hanno vissuto le Madame Reali Cristina di Francia e Maria Giovanna Battista di Savoia Nemours che ci parlano, tramite i ritratti, di loro stesse, dei loro tempi e della moda che è più di “un’usanza che corre”: è un potere, una malattia contagiosa, un gioco ma soprattutto una lingua per comunicare.

Costi: ingresso alla conferenza € 5 (€ 3 insegnanti, studenti, Abbonati Musei)

Prenotazioni t. 011 4436999 – madamadidattica@fondazionetorinomusei.it

www.palazzomadamatorino.it

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium