/ Scuola e formazione

Scuola e formazione | 01 febbraio 2019, 11:23

Nuova maturità, il Ministro Bussetti a Torino: "Se qualcuno protesta cambierà presto idea"

L'esame di Stato, che debutterà negli istituti superiori dal giugno 2019, prevede due prove scritte - una di italiano e l'altra caratterizzante di indirizzo - e un colloquio orale: abolita la terza prova

Nuova maturità, il Ministro Bussetti a Torino: "Se qualcuno protesta cambierà presto idea"

"Se qualcuno protesta e si lamenta, penso che cambierà presto idea attraverso le simulazioni che faremo". Così il Ministro dell'Istruzione Marco Bussetti interviene sulla nuova maturità, interrogato a margine dell'inaugurazione dell'anno accademico dell'Accademia Albertina di Torino.

L'esame di Stato, che debutterà negli istituti superiori dal giugno 2019, prevede due prove scritte - una di italiano e l'altra caratterizzante di indirizzo - e un colloquio orale: abolita la terza prova. 

Il ministro Bussetti precisa però che non si tratta di una "nuova maturità perché è presente nel decreto legislativo del 2017". "Noi l’abbiamo riaggiustata - spiega il Ministro dell'Istruzione - eliminando l’alternanza scuola-lavoro e le prove invalsi come momento determinante per l’accesso all'esame stesso". Bussetti ha poi aggiunto "l'abbiamo adeguata, ritagliata, conformata rispetto alle esigenze del percorso che gli studenti hanno fatto". "Quindi stiano tranquilli gli studenti, siamo vicini e le cose funzionano. Sono coinvolti loro stessi in questo percorso di avvio e partenza del nuovo esame di Stato. Abbiamo già risolto tutto”, ha concluso il Ministro.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium