/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 05 febbraio 2019, 17:51

“Leonardo Da Vinci. Disegnare il futuro”: Torino celebra i 500 anni dalla scomparsa del genio (VIDEO)

Mostre, eventi, laboratori, concerti, incontri e tanto altro: un calendario ricco di eventi per omaggiare la figura del Da Vinci

“Leonardo Da Vinci. Disegnare il futuro”: Torino celebra i 500 anni dalla scomparsa del genio (VIDEO)

Torino omaggia il genio di Leonardo Da Vinci. A cinquecento anni dalla scomparsa dello straordinario talento creativo di un uomo in grado di dedicare tutta la sua vita all’arte, alla scienza e all’innovazione, l’Amministrazione comunale in collaborazione con la Regione Piemonte, i Musei Reali e la Fondazione Torino Musei, ne ricorderà la genialità facendone il tema principale del 2019.

Da metà aprile sino a fine anno, Leonardo Da Vinci verrà celebrato tramite mostre, conferenze, incontri, laboratori, esposizioni e concerti: un calendario fitto e particolarmente nutrito. L’obiettivo? Omaggiare l’unicità del genio di Leonardo in ogni forma possibile.

«Leonardo Da Vinci. Disegnare il futuro» si estenderà da aprile a dicembre: l’inaugurazione è prevista il 15 aprile, data di compleanno di Leonardo, presso le Sale Palatine della Galleria Sabauda. Qui i visitatori potranno ammirare un’esposizione di oltre 50 opere databili tra il 1480 e il 1515, in un percorso artistico in grado di documentare tutta l’attività dell’artista dalla giovinezza fino alla piena maturità. Tra le opere più celebri vi è senza dubbio il «Nucleo di tredici autografi», il «Codice sul volo degli uccelli» e il «Ritratto di un vecchio ritenuto l’autoritratto di Leonardo». Non mancheranno opere di altri grandi maestri fiorentini come Raffaello e Michelangelo. La mostra è senza dubbio il fiore all’occhiello delle celebrazioni.

L’assessore Leon, visibilmente soddisfatta, ha commentato: “Sono molto felice di essere qui per presentare il piano di promozione delle celebrazioni del quinto centenario della scomparsa di Leonardo Da Vinci. Questa strada è iniziata lo scorso anno, lo scopo è quello di coordinare insieme tutti gli  eventi a corollario dell’evento più importante: la mostra «Leonardo Da Vinci. Disegnare il futuro» a cura dei Musei Reali. Alla programmazione partecipano circa 40 organizzazioni, questo è senza dubbio un un indicatore importante circa la grandezza delle celebrazioni”.

 

 

“E’ una mostra di livello internazionale, voglio fare i complimenti alla dottoressa Pagella”, ha spiegato l’assessore al Turismo e al Commercio Alberto Sacco. “Abbiamo deciso di tematicizzare la promozione della città di anno in anno. L’anno scorso abbiamo scommesso sul cibo, il 2019 sarà l’anno di Leonardo. Nel 2020 toccherà invece al cinema. Questo è l’unico modo di procedere, dobbiamo fare squadra e con queste mostre di livello è più facile arrivare al risultato”.

Per la Regione Piemonte è invece intervenuta Paola Casagrande, direttore cultura: “Il compito Regione è quello di coordinare l’attività su tutto il territorio regionale insieme alla città. Gli eventi principali su Torino, ma coinvolgeranno tutta la Regione. L’area di Saluzzo e Barge è la più toccata perché riportata negli scritti dello stesso Leonardo.

Enrica Pagella, direttrice dei Musei Reali, ha spiegato il motivo della centralità di Torino: “Lavoriamo alla mostra da tanto tempo. Per quanto riguarda i contenuti, abbiamo deciso di partire dal nostro patrimonio, da quanto conservato nella biblioteca reale di Torino. Perché Torino? Abbiamo 13 disegni autografi più il codice degli uccelli. Disegni acquistati nel 1840 da Carlo Alberto. Un patrimonio da valorizzare e da cui partire”.

Dopo l’errata fuga di notizie degli scorsi mesi, in cui Torino sembrava tagliata fuori dalla celebrazione di Leonardo, l’Amministrazione non ha intenzione di commettere alcun passo falso a livello di comunicazione: per questo motivo, l’intero palinsesto, oltre a essere promossa con manifesti, campagne marketing ad hoc, stendardi e Mupi, troverà spazio su un sito dedicato, www.leonardoatorino.it. Un sito consultabile anche in francese e inglese, diviso in sei sezioni: mostra, calendario degli eventi, prodotti turistici, a tavola con Leonardo ideate dagli operatori privati, didattica e conferenze, offerte degli operatori incoming. Torino cambierà completamente look per catturare l’attenzione sugli eventi e le celebrazioni del genio.

Qualche esempio? Lo stand della Città al Salone del Libro sarà dedicato a Leonardo, mentre il merchandising della Città di Torino, Objecto, verrà arricchito da una linea dedicata al Maestro e realizzata appositamente. Verrà inoltre realizzata una speciale edizione della Torino+Piemonte Card che permetterà ai possessori di visitare gratuitamente la mostra «Leonardo Da Vinci. Disegnare il futuro» e i musei più importanti del territorio. Una promozione senza paragoni, che arriverà sino alle compagnie aeree per attirare più turisti possibili.

Il count down è iniziato: nell’anno di Leonardo Da Vinci, il 15 aprile prenderanno il via le celebrazioni del genio.

Andrea Parisotto

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium